L'impresa Lauria alla conquista del Duomo di Firenze - LE FOTO | MaremmaOggi Skip to content

L’impresa Lauria alla conquista del Duomo di Firenze – LE FOTO

Terminato il restauro di Santa Maria della Scala a Siena, ora si apre un’altra sfida: i lavori di rilievo, progettazione ed esecuzione dello scavo parafulmine e degli impianti della Cattedrale di Santa Maria del Fiore
Il Duomo di Firenze

GROSSETO. Un altro successo per l’impresa grossetana Antonio Lauria, specializzata nel restauro conservativo di immobili sottoposti a tutela: recentemente ha portato a termine un intervento di restauro al prestigioso Santa Maria della Scala, il complesso museale che si trova nel cuore di Siena. Il cantiere è stato aperto nel giugno del 2020 e i lavori sono terminati a settembre del 2023, mentre l’inaugurazione si è svolta nei giorni scorsi.

Il restauro, che ha richiesto un investimento di 2milioni e 430mila euro, ha interessato il tratto “a monte” della strada interna del Santa Maria della Scala, preesistente all’ospedale, fiancheggiata da resti di strutture di epoca tardoantica, e gli spazi della Corticella, precedentemente inaugurata. Un intervento che ha consentito di ampliare l’area espositiva a disposizione del complesso museale. 

L’impresa che restaura i gioielli dell’arte

«Siamo orgogliosi di aver contribuito, come azienda capofila di un raggruppamento temporaneo d’imprese, al restauro di un bene così importante e antico come il Santa Maria della Scala – dice Antonio Lauria, titolare dell’impresa  – È stato un intervento lungo, che abbiamo avviato con il sindaco De Mossi e che si è concluso con il suo successore Fabio Nicoletta. Ringrazio tutta la squadra, a partire dal direttore dei lavori, l’ingegner Giuseppe Lo Presti dello studio associato Guicciardini e Magni Architetti, il responsabile unico del procedimento, l’ingegner Francesco Montagnani e le altre aziende della Rti: Olv srl e Marmiroli srl».

Forte dell’esperienza maturata nel restauro di immobili sottoposti a vincolo, l’azienda Antonio Lauria si è aggiudicata recentemente anche un’altra importante commessa: i lavori di rilievo, progettazione ed esecuzione dello scavo parafulmine e degli impianti al Duomo di Firenze.

Tra i lavori di restauro conservativo precedentemente eseguiti dalla ditta grossetana si annoverano altri interventi su immobili prestigiosi come il  Castello Pasquini, la Pieve di Corsignano, la Scuola Normale Superiore di Pisa-ala Vasariana; Ponte Vecchio a Firenze; la Torre di Calafuria, l’ippodromo di Livorno, le facciate della Galleria degli Uffizi. E in provincia di Grosseto, tra i vari interventi, la ditta Antonio Lauria ha curato anche i lavori alla Cattedrale di San Lorenzo, nel capoluogo, e all’Eremo di San Guglielmo di Malavalle, a Castiglione della Pescaia.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati