Lettura, scrittura, calcoli: se il bimbo ha problemi, c'è la soluzione | MaremmaOggi Skip to content

Lettura, scrittura, calcoli: se il bimbo ha problemi, c’è la soluzione

I Dsa (Disturbi specifici dell’apprendimento) vanno diagnosticati presto. Chiaritevi i dubbi seguendo il webinar gratuito con il dottor Mauro Camuffo
Logopedia? Parliamone insieme. Giovedì 28 alle 18,30 il webinar gratuito con il dottor Mauro Camuffo sui Dsa (Disturbi specifici dell'apprendimento)
Logopedia? Parliamone insieme. Giovedì 28 alle 18,30 il webinar gratuito con il dottor Mauro Camuffo sui Dsa (Disturbi specifici dell’apprendimento)

GROSSETO. I disturbi specifici dell’apprendimento (Dsa) vanno diagnosticati e affrontati presto, per avere la miglior efficacia nel trattamento. Vanno riconosciuti i segnali e bisogna iniziare ad intervenire alla fine della 2ª classe primaria per la dislessia e la disortografia, al termine della classe 3ª primaria per la discalculia.

È bene chiarire che i disturbi specifici dell’apprendimento non sono il risultato di intelligenza ridotta, mancanza di impegno o carenze nell’insegnamento. Sono disturbi del neurosviluppo che richiedono un supporto adeguato e strategie di insegnamento personalizzate per consentire alle persone colpite di raggiungere il loro pieno potenziale accademico.

Di questo ci parlerà. nel terzo webinar gratuito organizzato in collaborazione con il Centro Pegaso di via Birmania, il dottor Mauro Camuffo, specialista in neuropsichiatria infantile.

È un’occasione per capire in modo chiaro di cosa si tratta, quali sono i segnali da riconoscere, porre le proprie domande.

Il webinar è in programma in diretta sui canali social di MaremmaOggi giovedì 28 marzo alle ore 18,30.

CLICCA QUI PER SEGUIRE IL WEBINAR IN DIRETTA

Mauro Camuffo, un grande esperto della materia

Mauro Camuffo è medico-chirurgo, specialista in neuropsichiatria infantile, specialista in psicologia clinica, psicoterapeuta.

Il dottor Mauro Camuffo
Il dottor Mauro Camuffo

È è stato direttore sanitario di un istituto medico psicopedagogico (Casa Giocosa) a Roma, medico specialista ambulatoriale al Centro di riabilitazione della Usl di Campobasso, aiuto di neuropsichiatria infantile e responsabile dell’Ufsmia (Unità funzionali salute mentale infanzia e adolescenza, ndr) Colline dell’Albegna dell’Asl 9 Grosseto, coordinatore Area salute mentale dell’Asl 9 Grosseto, infine (dal 2004 al 2023) primario di neuropsichiatria infantile a Grosseto e responsabile dell’Ufsmia Grosseto-Amiata Grossetana-Colline Metallifere dell’Asl Toscana Sud Est.

È componente del consiglio direttivo della Sinpia (Società italiana di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza), del comitato scientifico della “Nuova rassegna di studi psichiatrici” e del comitato di redazione del “Giornale di neuropsichiatria dell’età evolutiva”.

È professore a contratto dell’Università di Siena (Scuola di specializzazione in psichiatria).

Si occupa, in particolare, di depressione, disturbi del neurosviluppo (disturbi del linguaggio, disturbi specifici dell’apprendimento, disabilità intellettive, disturbi dello spettro autistico, disturbi da deficit dell’attenzione con iperattività), epidemiologia ed organizzazione dei servizi, qualità dell’inclusione scolastica dei minori con disabilità, scale di valutazione, epilessia e cefalea in età evolutiva, ritiro sociale e psicopatologia dell’adolescente.

GUARDA IL VIDEO

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da MaremmaOggi (@maremmaoggi)

 

I consigli giusti con il dottor Mauro Camuffo

Il dr. Mauro Camuffo parlerà dei disturbi specifici dell’apprendimento, una serie di difficoltà nell’apprendimento scolastico presentate tipicamente da bambini normalmente scolarizzati e di normale intelligenza, in assenza di altre patologie neurologiche, psicopatologiche o sensoriali.

  • Dislessia – Se le difficoltà interessano l’abilità di lettura si parla di dislessia: il bambino legge molto lentamente, con molti errori, spesso senza capire il testo che legge.
  • Disortografia e disgrafia – Se le difficoltà interessano le abilità di scrittura si parla di disortografia e disgrafia: il bambino scrive con troppi errori, a volte con una grafia illeggibile;
  • Discalculia – Se le difficoltà interessano le abilità aritmetiche si parla di discalculia: il bambino è incapace di comprendere i numeri e di operare con essi.

In genere i Dsa sono associati tra loro, ma possono esprimersi in maniera diversa tra i diversi soggetti e le loro manifestazioni possono variare nel tempo. Interessano più spesso i maschi, con un rapporto di 2.5 a 1 rispetto alle femmine, ed interessano oggi circa il 4% della popolazione scolastica.

La diagnosi va fatta presto

La diagnosi va posta presto, alla fine della 2ª classe primaria per la dislessia e la disortografia, al termine della classe 3ª primaria per la discalculia.

«La mancata diagnosi e il mancato trattamento adeguato e precoce – spiega il dottor Mauro Camuffo -, nonostante i disturbi tendano all’attenuazione nel tempo, possono avere un pesante impatto a livello individuale, con il frequente abbassamento del livello curricolare e/o un prematuro abbandono scolastico, e a livello sociale, con la riduzione della realizzazione delle potenzialità sociali e lavorative dell’individuo».

La legge 170 del 2010, i decreti successivi e le linee guida nazionali e toscane hanno posto le basi per la loro corretta gestione, che prevede la segnalazione delle difficoltà da parte della scuola alla famiglia e al pediatra, la diagnosi da parte dei servizi sanitari e la presa in carico della gran parte dei Dsa da parte dell’intero consiglio di classe, attraverso una didattica personalizzata ed individualizzata.

 

Gli altri webinar

Le prime due puntate dei nostri webinar, in collaborazione con il Centro Pegaso di Grosseto.

  • Lo sviluppo comunicativo-linguistico dei bambini 0-24 mesi – Tenuto dalla dottoressa Nicoletta Della Monaca – CLICCA QUI PER RIVEDERLO
  • Logopedia risposta ai disturbi del linguaggio – Tenuto dalla dottoressa Giulia PierroCLICCA QUI PER RIVEDERLO

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati