Le aziende al top in Maremma, non solo turismo e vino | MaremmaOggi Skip to content

Le aziende al top in Maremma, non solo turismo e vino

In Maremma non ci sono solo aziende che si incentrano solo sull’enogastronomia, i dati mostrano anche industrie che producono innovazione. Ecco le top 100
Alcune delle aziende al top in Maremma: Certified Origins, Venator, Il Pellicano e Clodia Commerciale (Conad)
Alcune delle aziende al top in Maremma: Certified Origins, Venator, Il Pellicano e Clodia Commerciale (Conad)

GROSSETO. Nelle prime 100 aziende messe in ordine di fatturato, dal sito Report Aziende, abbiamo una foto di ciò che significa l’economia della nostra Maremma: turismo, con il Pellicano, Terme di Saturnia e i vari campeggi, e l’enogastronomia, con olio, ortaggi e surgelati.

La classifica, però, ci mostra anche un’altra realtà, industrie da milioni e milioni di fatturato, con base nella provincia di Grosseto, che producono macchinari per l’agricoltura, porte, finestre e anche due industrie nel campo della produzione chimica inorganica

Prima di mostrare tutti i dati va però sottolineato che il fatturato non è altro che l’incasso totale dell’azienda, ma non determina l’efficiente funzionamento di quest’ultima. Per questo sono necessari altri strumenti dell’economia aziendale, come i margini patrimoniali, il bilancio d’esercizio e il conto economico.

Non solo olio e turismo

Nel quadro generale ci sono molte aziende con prodotti che caratterizzano la nostra terra, ma spiccano anche imprese che producono tutt’altro. Infatti i primi due posti della classifica del 2022 sono occupati dalla Venator (che adesso, va detto, ha la produzione ferma) e dalla Nuova Solmine, che producono prodotti chimici. Le due aziende fatturano rispettivamente 321milioni, la Venator, e 139milioni, la Nuova Solmine.

Ci sono anche imprese specializzate nella produzione di infissi, con la C.i.m.a da 30milioni di euro annui. Mentre dai 10 ai 11milioni all’anno abbiamo: la progettazione interna ed esterna della casa, con Metal Maremma, i gessi roccastradini e la Mar. Zinc Maremmana Zinco srl, che tratta e riveste i metalli.

E ancora la Euromotori srl da 36milioni all’anno, che vende sia al dettaglio sia all’ingrosso autovetture e autoveicoli leggeri.

Per l’innovazione andiamo a Castel del Piano con la Tosti srl, che attraverso macchinari all’avanguardia, si occupa di meccanica generale. Toccando la produzione di diversi beni, fra cui legno, vetro, costruzioni ed energia, questa diversificazione l’ha portata a fatturare circa 28milioni di euro.

Al quinto posto della top 100 ecco la Clodia Commerciale, che gestisce i supermercati Conad di Grosseto, con oltre 91 milioni di fatturato.

La tradizione e il turismo

Naturalmente fra la top 100 abbiamo anche produzioni che rappresentano le nostre specialità enogastronomiche e strutture alberghiere. Al terzo posto abbiamo la Certified Origins Italia, distributrice di olio e salsa di pomodoro, da ben 138milioni di euro nel 2022. L’Alimentaria 2001 srl, ovvero dove molti ristoratori vanno a fare la spesa, tocca i 25milioni di fatturato. Mentre per quanto riguarda il vino abbiamo  la Cantina cooperativa del morellino di Scansano con i suoi 13milioni.

Mentre il Corsini, che è un forno e una pasticceria di prodotti tipici maremmani, nel 2022 ha fatturato 12milioni di euro. Oppure il Caseificio di Maremma di Spadi Fortunato&C, che produce formaggi e altri derivati del latte, ha fatturato ben 9milioni, mentre il consorzio del Latte Maremma ha fatturato nel 2022 quasi 30milioni.

Anche il turismo tocca cifre molto alte con le strutture di lusso presenti nella Provincia di Grosseto. Il Pellicano, hotel e ristorante con una stella Michelin, ha incassato ben 20milioni, mentre le Terme di Saturnia, che ogni anno richiamano migliaia di turisti, toccano i 22milioni. Ma anche i campeggi si difendono bene con circa 39milioni di fatturato fra Follonica e Castiglione della Pescaia.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati