Lavori per il Comune e hai lo sconto sulle tasse | MaremmaOggi Skip to content

Lavori per il Comune e hai lo sconto sulle tasse

Fino al 31 gennaio 2024 potranno essere presentate domande per svolgere attività in qualità di “cittadini attivi”. Ecco come fare
Al lavoro per la bellezza del Comune, tra le attività si cittadinanza attiva anche manutenzione e sfalcio aree verdi
Tra le attività per cui presentare domanda ci sono anche manutenzione, sfalcio e pulizia aree verdi dei parchi e delle scuole

ROCCASTRADA. I cittadini del Comune potranno svolgere attività e servizi in favore della collettività. L’amministrazione, per tutti coloro che parteciperanno concretamente, ha previsto per l’anno 2024, una riduzione pari al 50% (per un massimo di 250,00 euro per utenza) della Ta.ri. (tassa sui rifiuti).

Il Comune di Roccastrada, con queste premesse, ha istituito per l’anno 2024 il “Servizio di Cittadinanza Attiva”, con un bando apposito.

I cittadini, singoli o associati, per partecipare dovranno presentare una domanda/progetto che contenga almeno un’attività da svolgere in qualità di “cittadini attivi”.

Le attività dovranno ricadere in almeno una di queste categorie:

  • Manutenzione, sfalcio e pulizia aree verdi, parchi pubblici;
  • Manutenzione, sfalcio e pulizia aree verdi scolastiche;
  • Manutenzione di ringhiere, balaustre e barriere metalliche;
  • Manutenzione elementi in legno quali staccionate, barriere, arredo urbano e giochi bambini;
  • Interventi di decoro urbano, di recupero e riuso con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati;
  • Attività varie di interesse generale a supporto dell’amministrazione comunale nella realizzazione di progetti o iniziative di pubblica utilità.

Come fare domanda

C’è tempo fino al 31 gennaio 2024 per fare domanda. Lo schema da presentare è reperibile sul sito web del Comune www.comune.roccastrada.gr.it.

Le domande/progetti presentate saranno valutate in relazione alle proposte d’intervento e accettate fino ad esaurimento della somma stanziata di € 8.000,00.

Le domande/progetto devono essere presentate all’Ufficio protocollo del Comune di Roccastrada (al piano primo del palazzo comunale), o inviate tramite Pec all’indirizzo: comune.roccastrada@postacert.toscana.it).

Possono anche essere spedite all’indirizzo del Comune in Corso Roma n. 8 – 58036 – Roccastrada (GR), tramite raccomandata postale a/r che dovrà comunque pervenire entro il termine di scadenza dell’avviso, non assumendo valore il timbro di presentazione della raccomandata (Il comune non si assume responsabilità alcuna per eventuali ritardi o dispersioni di domande per disguidi postali o imputabili a terzi).

Per informazioni è possibile rivolgersi al personale della Unità operativa 3 ai numeri di telefono 0564561218 o 0564561222.

«La cura dei beni comuni è un tema sempre più importante»

Sull’onda delle esperienze positive maturate negli scorsi anni, il Comune ripropone anche per l’anno 2024 il progetto “Cittadinanza attiva”. «La cura dei beni comuni – spiega il sindaco Francesco Limatola – è un tema sempre più importante in epoca di mancanza di risorse. Allora è la comunità tutta che insieme al comune in un nuovo welfare di comunità deve prendersene cura. A Roccastrada siamo stati tra i primi in Italia ad attivare questo tipo di progettualità grazie ai cittadini che hanno fatto del proprio impegno civico una ragione di vita».

Secondo l’assessore all’ambiente Emiliano Rabazzi, fare parte della comunità vuol dire in qualche modo impegnare un po’ del proprio tempo per renderla migliore. «Lo si può fare in tanti modi e ognuno sceglie quello più idoneo ai propri interessi, al proprio tempo e alle proprie passioni – dice Rabazzi – Sono convinto che lavorare per il proprio territorio sia un modo per appassionarsi maggiormente a quella che viene definita “cosa pubblica”, mostrando per esempio una maggiore attenzione ai luoghi e ai dettagli, e non solo nelle ore di attività come volontari».

«Il progetto di cittadinanza attiva è un modo per promuovere una partecipazione nei nostri cittadini – conclude – Ringrazio tutti quelli che hanno scelto in passato di dedicare un po’ del loro tempo a Roccastrada, una scelta non scontata, ed auspico che con la riapertura del nuovo bando per l’anno 2024 a questi si aggiungeranno altre persone».

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati