L'attira nell'appartamento e la palpeggia, sconterà due anni | MaremmaOggi Skip to content

L’attira nell’appartamento e la palpeggia, sconterà due anni

L’uomo dovrà anche seguire un percorso di recupero per uomini condannati per violenza sessuale: la vittima non aveva compiuto nemmeno 18 anni
Violenza sessuale

GROSSETO. Lei non aveva ancora compiuto 18 anni e lavorava come cameriera in un borgo della Maremma. Lui, che di anni ne ha 63, stava facendo dei lavori di ristrutturazione nell’abitazione accanto a quella dove vive la ragazza. 

Un giorno, mentre la giovane stava andando verso casa, l’ha chiamata, con la scusa di mostrarle l’appartamento. Ma una volta dentro, ha cominciato a massaggiarle le spalle, anche se lei non voleva. Poi l’ha appoggiata al muro e tenendola ferma l’ha palpeggiata, finché la ragazza si è divincolata. Ma prima che potesse uscire da quell’appartamento, l’uomo è riuscito a darle un bacio sul collo, prima che la giovane uscisse da quella casa. 

Dovrà frequentare un percorso di recupero

La mamma della ragazzina ha denunciato l’uomo. Al processo, che è stato celebrato dal giudice per l’udienza preliminare Sergio Compagnucci, il 63enne difeso dall’avvocato Alessandro D’Amato, ha chiesto di patteggiare. 

Il giudice ha accolto la richiesta e ha applicato una pena di due anni di reclusione. Ma ha anche disposto che la sospensione condizionale della pena sia subordinata alla frequentazione, due volte alla settimana, di un percorso di recupero per le persone condannate per violenza sessuale

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati