La riunione dei nonni per salvare il "loro" parco | MaremmaOggi Skip to content

La riunione dei nonni per salvare il “loro” parco

Il progetto del parcheggio mette a rischio una parte dell’area alberata: in tanti hanno partecipato all’iniziativa per difendere quello spazio
Parco dei nonni
La riunione dei nonni

FOLLONICA. Come avevano preannunciato qualche settimana fa i nonni del parco, che si trova davanti al Punto di primo soccorso della città, si sono riuniti nel pomeriggio di mercoledì 6 settembre per un primo confronto dopo la pausa estiva.

Quel gruppetto di nonni anni fa pensò e realizzò la piantumazione di tanti alberi per quante nascite si fossero verificate ogni anno raggiungendo il risultato, dopo circa 20 anni di dedizione, di un ampio parco alberato e ben ombreggiato.

Gli ultimi atti politici deliberati in consiglio comunale lo scorso luglio, però, prevedendo la realizzazione di un parcheggio a fianco di quell’area ha messo in allarme i nonni che sono passati dalle parole ai fatti.

Paolo Buti, ideatore e manutentore volontario del parco dei nonni.

La riunione dei nonni

Si sono dati appuntamento per le 17 nella pinetina di via Portogallo dove si è tenuta un’assemblea pubblica per fare il punto della situazione tra cui la valutazione delle ultime varie ipotesi di utilizzo dell’area dell’ex depuratore recentemente acquisito dal Comune.

Erano presenti anche i rappresentanti dell’associazione di tutela ambientale “La Duna” e alcuni cittadini residenti nella zona.

«Non sono mancate idee e proposte – ci dice Paolo Buti, portavoce dei nonni – sia sulle azioni da fare nell’immediato futuro per la salvaguardia del parco, sia sul destino dello spazio del vecchio depuratore oggi degradato e bisognoso di bonifica. Perché quello è secondo noi uno dei luoghi strategici per la vita futura della città e va assolutamente tutelato».

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati