La palestra è inagibile, protestano gli studenti alla Cittadella | MaremmaOggi Skip to content

La palestra è inagibile, protestano gli studenti alla Cittadella

Uno striscione del Blocco Studentesco per protestare per le condizioni in cui si trova la palestra alla Cittadella: «Faremo le barricate»
Lo striscione degli studenti alla Cittadella per protestare per le condizioni della palestra
Lo striscione degli studenti alla Cittadella per protestare per le condizioni della palestra

GROSSETO. Questa mattina, mercoledì 31, l’entrata a scuola degli studenti della Cittadella dello studente di Grosseto è stata diversa dal solito, ad accoglierli hanno infatti trovato uno striscione recitante “Istituzioni assenti strutture fatiscenti ridate la palestra agli studenti”.

La protesta è firmata Blocco Studentesco, che in queste ore sta lottando contro lo stato di degrado in cui versa la palestra del plesso scolastico.

Gli studenti: «Palestra, una situazione grave»

«La situazione è assai grave – si legge nella nota diffusa dal movimento studentesco – troviamo infatti inammissibile che i ragazzi, ormai da tempo, non possano svolgere l’ordinaria attività sportiva nel plesso ad essa adibito all’interno della Cittadella». 

«Siamo abituati, ma assolutamente non rassegnati, a incontrare casi di mala gestione delle strutture scolastiche, ma questa casistica supera ogni limite di tollerabilità».

Palestra teatro di un incidente 

«La palestra nelle attuali condizioni – continua il Blocco – è stata teatro nei mesi passati di un incidente quasi letale accaduto ai danni di un ragazzo e i pochi campi ancora decretati agibili  sono suddivisi tra un numero talmente ampio di classi tale da rendere impossibile il regolare svolgimento dell’attività motoria per i ragazzi».

«E proprio dello stato dei lavori di ristrutturazione in corso nei vari campi dell’area studentesca, dei quali ormai non si vede più la fine,  siamo  a chieder conto alle istituzioni preposte, ricordando che l’attività sportiva, tanto più in un contesto scolastico e di formazione come in questo caso è riconosciuta nella Costituzione stessa per il suo valore educativo, sociale e di promozione del benessere psicofisico in tutte le sue forme».

«Come se questo non bastasse – concludono gli studenti – chi doveva occuparsi dell’organizzazione di tale attività, si è arreso innanzi alle deficienze strutturali, facendo sì, come d’altronde sempre accade, che il costo di questo scenario lugubre ricadesse sui ragazzi».

«Noi crediamo che l’attività sportiva sia una componente imprescindibile dell’educazione degli studenti, per questo chiediamo non solo risposte, ma soluzioni nell’immediato atte a garantire la ripresa della stessa».

«Siamo pronti a fare le barricate affinché gli studenti grossetani possano ritornare a svolgere, in sicurezza, l’ora di educazione fisica».

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati