Incendio all'ex Ilva: l'area sarà pulita | MaremmaOggi Skip to content

Incendio all’ex Ilva: l’area sarà pulita

La discarica era stata segnalata più volte all’amministrazione comunale: oltre alla rimozione dei rifiuti, sarà necessario gestire le fragilità sociali di chi abita nella zona
Polizia municipale e volontari della Vab all'ex Ilva per le fiamme nella discarica (a destra)
L’incendio all’ex Ilva

FOLLONICA.  Spento lunedì 1 gennaio l’incendio che aveva cominciato a divampare proprio accanto alla Fonderia Numero 1, oggi si accendono le prime polemiche sullo stato di degrado in cui versa quella parte dell’area ex Ilva che si trova proprio alla rotonda con via Golino.

La quantità di rifiuti e materiale di vario genere accatastato a due passi dal centro e dal palazzo comunale non è rimasta una notizia fine a se stessa.

Presto un incontro con l’amministrazione

Di segnalazioni pare infatti che la presenza della discarica fosse stata segnalata più volte e da più persone, fino al novembre dello scorso anno, quando il gruppo di cittadini volontari conosciuti sui social con il nome “Vogliamo una città pulita”, non ha formalizzato la denuncia presso il comando della polizia municipale.

«La situazione è nota all’amministrazione comunale – dice l’assessora all’ambiente Mirijam Giorgieri – ed infatti è partita da tempo la collaborazione con la polizia municipale per la consegna di avvisi alle persone che vivono lì, con l’intenzione di cercare un’interlocuzione che a sua volta porti a soluzioni percorribili. La situazione infatti non si limita alla rimozione dei rifiuti – prosegue Giorgieri – ma riguarda anche fragilità sociali che vanno trattate differentemente e di cui ci occuperemo insieme alla cooperativa Arcobaleno».

Il vice sindaco Andrea Pecorini conferma l’impegno dell’amministrazione per la rimozione delle auto e la pulizia dell’area, intervento che sarà probabilmente calendarizzato nel corso della riunione di mercoledì 3 gennaio durante la quale i settori coinvolti quali ambiente, lavori pubblici, sociale e polizia municipale si incontreranno per definire i prossimi passi da fare.

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati