Imbrattata la serranda dedicata alle donne da Clan | MaremmaOggi Skip to content

Imbrattata la serranda dedicata alle donne da Clan

Hanno scelto la serranda dedicata alle donne e l’hanno imbrattata con lo spray. Un vero e proprio atto vandalico quello commesso in via Mazzini, su una delle serrande del progetto Trame, del collettivo Clan
La serranda del progetto Trame di Clan dedicata alle donne imbrattata con lo spray
La serranda del progetto Trame di Clan dedicata alle donne imbrattata con lo spray

GROSSETO. Hanno scelto la serranda dedicata alle donne e l’hanno imbrattata con lo spray. Un vero e proprio atto vandalico quello commesso in via Mazzini, su una delle serrande del progetto Trame, del collettivo Clan.

Ed è particolarmente fastidioso che sia stata scelta l’opera di arte urbana dedicata alle donne, in un momento come questo in cui quasi ogni giorno la cronaca fa registrare terribili femminicidi.

Trame, un progetto di riqualificazione del centro

Così il collettivo Clan spiega il progetto “Trame”. Nato perché, nel tempo, il centro storico di Grosseto ha visto chiudere, uno dopo l’altro, negozi, magazzini, uffici e locali, e svuotarsi le sue strade.

«Trame nasce nel 2020 per rispondere a questo fenomeno che riguarda nello specifico il capoluogo maremmano ma che, in realtà, interessa moltissimi piccoli centri del nostro Paese. Lo svuotamento e il degrado dei centri storici trasformano quello che era il cuore pulsante di tante cittadine in una nuova periferia, in cui a venir meno non sono tanto e solo le attività commerciali ma uno spazio di e per le relazioni umane».

«Le grigie serrande del centro storico sono state così trasformate in una sorta di museo all’aperto, visitabile da chiunque in ogni momento».

«Un progetto di riqualificazione urbana che porta l’arte e “il bello” nella nostra città, rendendoli fruibili a tutti, ma che è anche e soprattutto un’occasione di incontro e di crescita per chi la città la vive ogni giorno. Abbiamo, cioè, scommesso sulla creatività come mezzo per trovare nuove forme e motivi di interesse per i cittadini, per farli tornare a passeggiare lungo le vie ormai silenziose e cupe del centro e riempirle di chiacchiere, commenti, risate, riflessioni».

«Gli street art tour e le attività che abbiamo organizzato – dicono da Clan – in questi anni come corredo alle “serrande d’autore” realizzate dagli artisti hanno avuto precisamente questa funzione: riportare la gente per strada e creare occasioni per farla stare assieme, con l’intento di dare nuova linfa vitale a quel senso di appartenenza a un luogo e a una comunità che sembrava essersi assopito del tutto».

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati