Il primo super yacht all'Argentario | MaremmaOggi Skip to content

Il primo super yacht all’Argentario

È ufficialmente cominciata, con l’arrivo di Rose Pigre, la stagione al molo Garibaldi. In piazza, per celebrare la Pasqua, c’è un uovo alto decine di metri
L’uovo installato sul piazzale dei Rioni e lo yacht Rose Pigre

PORTO SANTO STEFANO. Riparte la stagione dei grandi yacht al molo Garibaldi. Proprio in questi giorni Porto Santo Stefano si facendo bela per celebrare la Pasqua: sul piazzale dei Rioni è stato infatti installato un super uovo, proprio davanti al Comune. E il primo super yacht è attraccato al al molo Garibaldi. 

Lo yacht con l’equipaggio argentarino

Il super yacht Rose Pigre anche lo scorso anno fu il primo di tanti ad attraccare a Porto Santo Stefano ed è molto amato dai residenti. Il suo equipaggio, infatti, è quasi tutto santostefanese guidato dal comandante Maurizio Amato e dal direttore di macchina Valerio Ballini.

Rose Pigre, acronimo con i nomi dei familiari dell’armatore, precedentemente chiamato Odyssey, è lungo 45 metri circa costruito da Royal Denship in Danimarca nel cantiere navale di Aarhus. 

«Il suo sofisticato design esterno e l’ingegneria di questa nave da diporto di lusso sono opera di Diana Yacht Design – dicono ad Artemare Club – ha interni lussuosi progettati da Rune design.  Ci piace anche ricordare la nota perizia marinaresca plurisecolare degli equipaggi argentarini, a partire dalle barche locali che riuscivano a sfuggire ai pirati saraceni, fatto che viene ricordato con l’annuale Palio marinaro di Porto Santo Stefano, alle attività di pesca, al contributo di uomini dato alla Marina Militare e dal dopoguerra in poi dei comandanti, direttori di macchina e marinai nello yachting e nel cruising».

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati