Il presidente del consiglio comunale dona il plasma | MaremmaOggi Skip to content

Il presidente del consiglio comunale dona il plasma

L’appello di Fausto Turbanti ai consiglieri: «Organizziamo una mattinata di donazioni all’ospedale Misericordia»
Fausto Turbanti durante la donazione di plasma con Carlo Sestini ed Erminio Ercolani

GROSSETO. Prima donazione dell’anno per il presidente del consiglio comunale di Grosseto, Fausto Turbanti, che il 2 gennaio, in primissima mattina, si è recato al centro trasfusionale dell’ospedale Misericordia per compiere questo gesto, così importante e altruistico, nel momento più difficile dell’anno, ovvero al termine delle feste natalizie.

«Ringraziamo per la disponibilità il presidente Fausto Turbanti – dicono il presidente di Avis provinciale, Carlo Sestini e quello comunale di Grosseto, Erminio Ercolani – in un momento in cui storicamente vi è un vistoso calo delle donazioni di sangue e plasma, condizionato dalla impennata pre e post natalizia e dal momento festivo, più vocato ai piaceri della tavola e ad atteggiamenti piuttosto sedentari. Ma ci si ammala e si ha bisogno di sangue e plasma pure a Natale. Pertanto abbiamo apprezzato il gesto di Turbanti, come quello di tutti i nostri donatori, anche per ciò che ne può scaturire».

Donazioni necessarie

Infatti, la seconda carica del Comune di Grosseto, ha sollecitato il proprio consiglio comunale, e quelli delle altre amministrazioni, a partecipare a una mattinata di donazione, all’Ospedale Misericordia, o negli altri centri, da organizzare entro la fine del mese di gennaio.

«Mi pare giusto che chi gode di buona salute – aggiunge Turbanti, appena alzato dalla poltrona in sala prelievi – effettui un gesto così semplice ma al tempo stesso fondamentale per tutta la collettività. Noi amministratori, a prescindere dalle appartenenze politiche, dobbiamo essere promotori di solidarietà e buon esempio civico. Perciò conto di avere una cospicua adesione tra i consiglieri». Sestini ed Ercolani nel ringraziare il personale dei centri per il servizio prestato ai donatori, lanciano un appello.

«Auspichiamo che l’esempio del presidente Turbanti, – concludono – spinga molte persone ad avvicinarsi alla donazione, perché di sangue e soprattutto di plasma c’è sempre un grande bisogno, soprattutto in questi momenti in cui imperversano varie forme influenzali».

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati