Il grossetano Corina rappresentante del made in Italy nel mondo | MaremmaOggi Skip to content

Il grossetano Corina rappresentante del made in Italy nel mondo

Alessandro Corina è stato nominato ambasciatore della storica azienda fiorentina di arredamento del segmento lusso, attiva in più di venticinque Paesi
Alessandro Corina e Marco Gazziero
Da sinistra: Alessandro Corina e Marco Gazziero (presidente e ceo di Alivar)

GROSSETO. L’ascesa nel mercato italiano del design di Alessandro Corina, 35 anni, grossetano, non sembra arrestarsi. Dalla realizzazione della sua Home studio, nel 2017, al SaloneSatellite – Designing for our future selves, nel 2022, il suo è un percorso che parla di successo.

A coronamento delle tante soddisfazioni professionali collezionate negli ultimi anni (come la recente collaborazione con Mandelli 1953) arriva ora la nomina a brand ambassador di un’azienda fiorentina di arredamento di lusso che, dal 1984, contribuisce a definire lo stile italiano nel design: Alivar.

Recentemente Marco Gazziero, presidente e ceo dell’azienda fiorentina, ha lanciato il Progetto brand ambassador, con l’obiettivo di rafforzare sia il brand sia il patrimonio di marca attraverso la selezione di veri e propri ambasciatori del design nel mondo. Protagonisti del settore, autorevoli e visionari, che condividano i valori della casa madre e la aiutino a diffonderli nei mercati di riferimento, attraverso la creazione di un legame sempre più forte e genuino tra pubblico e prodotto.

«La firma di Alessandro Corina è già oggi riconoscibile»

«Tra questi non poteva mancare il nome di Alessandro Corina — afferma Marco Gazziero — Rappresenterà l’Italia del design per Alivar. La sua firma è già oggi riconoscibile e, come quella degli altri ambassadors, farà senz’altro parte del futuro del settore».

Ambizione, determinazione, ma soprattutto una costante fame di conoscenza, miglioramento e successo. Sono le caratteristiche che hanno portato Alivar a scegliere Alessandro: «Un designer con la stessa attenzione per la qualità, il gusto e i dettagli di un’azienda di lusso, con idee capaci di correre più veloci del design, anticipandone tendenze e innovazioni – dice Gazziero – La sua interpretazione del modern living e dello stile contemporaneo sarà complementare a quella degli altri ambasciatori, che arricchiranno il viaggio e l’esperienza di Alivar».

Alessandro Corina e il presidente e CEO di ALIVAR Marco Gazziero
Alessandro Corina e il presidente e ceo di Alivar, Marco Gazziero

La stima che Gazziero ha verso il designer maremmano, come sottolineato dallo stesso Corina, lo onorano e confermano che il duro lavoro iniziato ormai cinque anni fa sta dando risultati, al tempo, solo sperati. «Quando ho aperto la Home Studio, subito dopo la laurea, non sapevo di preciso cosa sarebbe successo – dice Alessandro Corina – È stato un po’ un salto nel vuoto. Sognavo di lasciare un’impronta nel design, lo ricordo bene, ma è adesso, grazie al riconoscimento di Alivar, che capisco quanto studio, ricerca e fatica siano serviti per arrivare fin qui, al fianco di un team straordinario».

Un toscano chiamato da un’azienda toscana a rappresentare l’Italia del design

Entrare nella costellazione dei designers di Alivar in qualità di brand ambassador, per Corina, è un orgoglio. «Sia per le origini che per la filosofia comuni che abbiamo. Sono un toscano chiamato a rappresentare l’Italia del design da un’azienda toscana – precisa – che da oltre quarant’anni esporta l’eccellenza nostrana in più di venticinque Paesi. La risposta all’invito di Alivar, per me, è stata semplicemente naturale».

Ad attendere il grossetano c’è quindi una sfida stimolante, un nuovo motivo per continuare a crescere all’interno di un contesto di evoluzione ed espansione apparentemente incessanti, dove la Toscana e la Maremma hanno tutto il potenziale per ambire a un ruolo di leadership.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati