Il grande cuore di Confartigianato per la neonatologia | MaremmaOggi Skip to content

Il grande cuore di Confartigianato per la neonatologia

L’associazione di categoria dona tre culle al reparto di Pediatria. Mauro Ciani: «atti concreti per sostenere il futuro della comunità»
Da sinistra: Michele Dentamaro, Mauro Ciani, Susanna Falorni insieme a personale medico e infermieristico della Pediatria

GROSSETO. Un’importante donazione per il reparto di pediatria e neonatologia del Misericordia. Confartigianato Imprese Grosseto ha deciso, infatti, di regalare tre moderne culle neonatali che consentiranno di garantire un corretto rapporto tra i bambini appena nati e le loro mamme.

Le culle, oltre ad accogliere correttamente e in sicurezza i neonati, consentiranno l’affiancamento ai letti, una condivisione e un rapporto corretto con le puerpere. Il valore della donazione è di circa tremila euro.

Mamme felici accanto ai loro bambini

«Il rapporto tra i bisogni della comunità e mondo dell’associazionismo professionale – dice Mauro Ciani, segretario generale Confartigianato Grosseto – è straordinariamente importante per Confartigianato di Grosseto. Intervenire, poi, concretamente in aiuto della maternità ha, per noi, un valore speciale. La donazione delle tre culle è la dimostrazione che per avere fiducia nel futuro sono necessari atti, non solo parole. La nostra cultura pragmatica guida le scelte di intervento e di sostegno delle strutture pubbliche e delle persone che ne usufruiscono».

Il ringraziamento della dottoressa Susanna Falorni, direttrice Pediatria e Neonatologia di Grosseto: «Ringrazio la Confartigianato di Grosseto per le tre culle definite “co-sleeping” che, grazie alle particolari caratteristiche tecniche innovative, consentono di agevolare l’allattamento al seno subito dopo il parto e nei successivi giorni di ricovero, in totale sicurezza per il piccolo. Per esempio le culle sono dotate di cuscini specifici su ogni lato, ma la vera particolarità è la possibilità di regolarle in altezza e abbassando una sponda agganciarle in maniera sicura al letto della mamma, in modo da diventare quasi un tutt’uno. L’obiettivo dell’azienda è incrementare costantemente il numero di culle co-sleeping in dotazione al reparto in modo da consentire a tutti i nati e alle neomamme di poter usufruire dei benefici. Questa donazione è una ulteriore dimostrazione della generosità della Confartigianato, un contributo prezioso per i piccoli e anche per noi professionisti». 

 

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati