Il FolGav scende in campo a Prato | MaremmaOggi Skip to content

Il FolGav scende in campo a Prato

Il centrocampista Giunta, ex Grosseto, è il nuovo acquisto, ora il direttore generale Vetrini fa il punto sul mercato: l’intervista
Il gol di Dierna in Poggibonsi-FolGav

GAVORRANO. Con il nuovo colpo di mercato, il FolGav gioca oggi, sabato 6 agosto a Prato la sua seconda amichevole precampionato, contro la squadra dell’ex allenatore Giancarlo Favarin.

Nelle ultime ore la società biancorossoblù ha annunciato poi l’arrivo del centrocampista classe 1999 Francesco Giunta, nell’ultima stagione in serie C nel Campobasso. Il giocatore messinese, nonostante la giovane età (23 anni) può vantare già diverse esperienze, tra cui quella con i biancorossi del Grosseto, ma anche con Lavello, Savoia, Sicula Leonzio (serie C) e Rieti, oltre a quelle nel settore giovanile dell’Entella.

Giunta vanta anche le convocazioni con la Nazionale Italiana Under 16 e Under 17, con le quali ha collezionato ben 33 presenze con 3 gol. Un arrivo che permetterà a mister Marco Bonura di poter contare su un elemento in più di valore all’interno del centrocampo biancorossoblù.

Il dg del FolGav Vetrini e il nuovo centrocampista Giunta

 

Le prime parole di Giunta

«Ormai sono di casa in questa categoria – racconta – essendo il quarto anno che ci gioco, con anche due campionati vinti. A livello personale sono molto felice della scelta che ho fatto. Lo scorso anno in serie C è stato abbastanza difficile a causa di un infortunio alla caviglia, spero di tornare a sorridere e divertirmi. L’esperienza in Nazionale? Rimane certamente impressa, anche perché ho giocato con tanti ragazzi del ’99 di grande livello, come Scamacca, Pinamonti, Bastoni e Gabbia, sono cose che rimangono».

Giunta è una mezzala di inserimento, molto tecnico, a cui piace toccare spesso il pallone e fare assist. Un giocatore moderno che darà una grande mano durante le partite.

«Era da un anno che il direttore Filippo Vetrini mi inseguiva – aggiunge – Non ho avuto dubbi nella mia scelta, volevo tornare a giocare per vincere e questa è la piazza giusta, sono carico e motivato».

Il mercato del FolGav

Giustarini in azione Poggibonsi FolGav

In attesa dei gironi e dell’inizio della Coppa Italia, il dg Filippo Vetrini sul canale social della società ha fatto il punto della situazione.

Con la chiusura del mercato in dirittura di arrivo, manca solo un terzino classe 2003 per completare l’organico e il dg  ha vissuto un’estate di straordinaria intensità: con solo otto conferme dall’anno scorso c’era da rimettere mano alla rosa e ricostruirla quasi da zero.

L’intervista

Direttore, partiamo dal principio: con soli otto elementi confermati quale era la strategia di mercato pensata all’inizio, considerando anche le regole sulle quote?

«Di comune accordo con gran parte dei non confermati avevamo ritenuto che fosse terminato un ciclo. E, di conseguenza, ognuno con le varie motivazioni ha deciso di interrompere il rapporto, sempre in maniera consensuale. Quando si va a rifare una squadra per due terzi vanno considerati diversi aspetti, come le capacità di adattamento e l’assemblaggio della squadra stessa. Abbiamo cercato di ringiovanire in maniera importante l’organico e credo che ci siamo riusciti, perché il nostro mercato si chiude con solo nove calciatori over. Credo che sia la prima volta nei nostri campionati di Serie D che ci presentiamo ai nastri di partenza con un numero così ridotto. Tra l’altro, tra questi c’è un ‘99, un 2000, un ’97, un ’96. A parte Dierna e Marcheggiani che sono i due veterani, è un organico molto giovane anche tra gli over stessi».

In genere si dice che a parlare deve essere il campo, ma è contento della rosa che ha messo a disposizione del mister per la prossima stagione?

«I gruppi si cementificano durante il ritiro e devo dire che questo mi sembra un ottimo team dal punto di vista caratteriale. Difficile dirlo, ma credo che sia un FollonicaGavorrano più forte di quello dello scorso anno. Poi ovvio che proferirlo a voce conta quello che conta, sarà il campo a confermalo o smentirlo, ma credo che sia una squadra giovane ma molto forte».

Parliamo degli arrivi estivi: chi l’ha impressionata di più nelle prime due settimane di preparazione?

«Conoscevo tutti, quindi devo dire che, più che sorprese, sono state tutte delle conferme rispetto alla grande qualità dei giocatori che compongono la rosa. Insomma, mi aspettavo ciò che ho visto fino a questo momento».

Ci sveli qualche retroscena: c’è stata qualche trattiva più difficile di altre? E giocatori con cui è bastato un cenno d’intesa?

«La trattativa più lunga è stata quella di Lorusso, ma credo che siamo stati bravi a rispettare i suoi tempi. La prima volta che si esce da Roma per dei calciatori così importanti è sempre una questione un po’ delicata, perché Roma è mamma e chioccia, non è un luogo comune. Quindi abbiamo pazientato che il ragazzo maturasse la convinzione di venire a giocare a Gavorrano, cosa poi decisiva per il buon esito della trattativa. Tra quelle più rapide forse quella di Marcheggiani, perché in realtà erano diversi anni che provavamo a prenderlo. Quest’anno ha deciso in tempi molto brevi di affrontare quest’avventura».

Adesso possiamo dire che il mercato è chiuso? O c’è ancora qualche sorpresa che dobbiamo aspettarci fino al 16 settembre?

«La rosa è completa. Manca solo un terzino sinistro classe 2003 come ruolo e come quota. Sarà quello l’ultimo ingresso che faremo. Ci sarà invece probabilmente qualche operazione in uscita, perché la squadra è abbastanza ampia. Se qualche ragazzo si dovesse accorgere che lo spazio sulla carta fosse ridotto si potrebbe verificare qualche cessione. Ma in entrata stiamo solo cercando un terzino e ci siamo».

 

Il calendario delle amichevoli del FolGav

30 luglio Aquila Montevarchi-Folgav 1-0.

Sabato 6 agosto alle 17 a Prato.

Mercoledì 10 agosto alle 17,30 a Seravezza.

Sabato 14 agosto alle 17 a Gubbio.

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati