I Cccp protagonisti sul grande schermo | MaremmaOggi Skip to content

I Cccp protagonisti sul grande schermo

Al Piccolo Cineclub Tirreno domenica 3 marzo il regista Andrea Paco Mariani presenta “Kissing Gorbaciov”. Sabato 9 marzo ospiti Marta Savina e Dario Aita
Doppio evento al Piccolo Cineclub Tirreno

FOLLONICA. In arrivo, domenica 3 marzo alle 21.30 al Piccolo Cineclub Tirreno di Follonica la serata evento che vedrà protagonista e ospite speciale il regista Andrea Paco Mariani. Sono aperte le prenotazioni al 339-3880312.
Sarà in programma la proiezione del suo bellissimo ultimo film “Kissing Gorbaciov”, candidato ai Nastri d’Argento 2024. Un instant cult che sta riscuotendo grandissimo successo in tutta Italia.
Il film è distribuito da OpenDDB (Distribuzioni dal Basso).

I protagonisti assoluti di Kissing Gorbaciov sono i Cccp-Fedeli alla Linea, Lindo Ferretti, Massimo Zamboni, Annarella, Fatur, Sergio Blasi, Antonio Princigalli, Gino Castaldo, Alba Solaro, Francesco Costantini, Artemij Troickij, Rats, Mista & Missis

Il coraggio di “Primadonna”

La settimana successiva,  sabato 9 marzo sempre alle 21.30, sarà in programma la proiezione del film “Primadonna”. Ospiti speciali dell’evento la bravissima regista Marta Savina,  alla sua sorprendente opera prima e il grande attore Dario Aita (interprete di molte serie televisive di successo, tra cui “Questo nostro amore”, “Don Matteo”, “La mafia uccide solo d’estate” e “L’allieva”).

La serata sarà in collaborazione con Punto di ascolto antiviolenza Follonica dell’associazione Olympia de Gouges.

Il film “Primadonna” , vincitore del Premio Panorama alla Festa del Cinema di Roma, con Claudia Gusmano, Fabrizio Ferracane, Manuela Ventura, Francesco Colella e Dario Aita, è un film coraggioso e necessario, capace di far riflettere e parlare al grande pubblico.

La regista e sceneggiatrice Marta Savina, si è ispirata alla storia vera di Franca Viola, una ragazza di 17 anni che negli anni Sessanta rifiutò (per prima in Italia) il cosiddetto matrimonio riparatore, portando il proprio violentatore e i complici in tribunale. La visione di “Primadonna” permetterà il confronto e dibattito sui principali temi del film: dalla violenza di genere alla cultura della non violenza.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati