Grosseto-Siena, ecco il viadotto: la posa delle travi | MaremmaOggi Skip to content

Grosseto-Siena, ecco il viadotto: la posa delle travi

Le travi, in acciaio corten, del peso di 26 tonnellate, vengono assemblate a terra, sollevate con gru di grande portata e posizionate sulle pile. IL VIDEO
Una delle travi che vengono posate per realizzare il viadotto sulla Grosseto Siena
Una delle travi che vengono posate per realizzare il viadotto sulla Grosseto Siena

GROSSETO. Nel cantiere per il raddoppio a quattro corsie del lotto 4 della strada statale 223 di Paganico (E78 Grosseto-Siena) è iniziato il varo delle travi metalliche del nuovo viadotto “La Coscia”.

Si tratta del più lungo dei viadotti da realizzare, composto da 8 campate per complessivi 475 metri.

Le travi, in acciaio corten, vengono assemblate a terra, sollevate con gru di grande portata e posizionate sulle pile con l’ausilio di pile provvisorie che consentono di varare una sezione (concio) di trave alla volta (nel video si vede il varo del primo concio, del peso di 23 tonnellate).

L’operazione viene ripetuta per tutte le campate, fino al completamento dell’impalcato metallico al quale seguirà il getto della soletta in calcestruzzo per il completamento della struttura.

Un lotto di 2,8 chilometri

Il lotto 4 riguarda un tratto di 2,8 km nel comune di Civitella Paganico, in provincia di Grosseto, che congiunge due tratti già raddoppiati.

I lavori, per un investimento complessivo di 106 milioni di euro, consistono nella costruzione di una nuova carreggiata in affiancamento a quella esistente che sarà ammodernata. Gli interventi comprendono 8 viadotti (di cui 5 da realizzare ex novo e 3 esistenti da ammodernare) per una lunghezza complessiva di 1,8 km, oltre a due gallerie, di cui una da realizzare (galleria Poggio Tondo, lunga 466 metri) e una da adeguare.

L’ultimazione dei lavori è prevista nel 2026.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati