Grifone super, Liguori: «Ora siamo una squadra. Vera» Skip to content

Grifone super, Liguori: «Ora siamo una squadra. Vera»

Le scelte del tecnico hanno pagato sul campo di Piancastagnaio. Prosegue la striscia positiva e il Grosseto è solido
Grifone super, il tecnico Liguori
Grifone super, il tecnico Liguori

Pianese – Grosseto 1-1 (0-0)

PIANESE: Balli, Morelli, Kondaj, Simeoni, Lopez, Gagliardi, Grifoni, Marino, Kouko, Rinaldini, Menga. A disposizione: Ricco, Modic, Pinto, Irace, Pandimiglio, Lepri, Guadalupo, Mugelli, Polidori. Allenatore: Vitaliano Bonuccelli.

GROSSETO: Cirillo, Crivellaro, Bruno, Martino, Ciolli, Cipolletta, Battistoni, Cretella, Gomes, Aleksic, Cesaroni. A disposizione: Di Bonito, Passalacqua, Veronesi, Carannante, Pasciuti, Ferrante, Tripicchio, Rotondo, Scaffidi. Allenatore: Andrea Liguori.

ARBITRO: Muccignato di Pordenone; 1° assistente Munitello di Gradisca d’Isonzo, 2° assistente Della Mea di Udine.

RETI: 4′ st Cesaroni, 29′ st Marino.

PIANCASTAGNAIO. Più che la cronaca è necessario accarezzare le penne dell’Uccellaccio, che prima con gli occhi poi con gli artigli ha ipnotizzato e spaventato i padroni del girone E.

Finisce in parità ed è giusto così. Forse.

La delicatezza della trasferta era spessa come l’acciaio che sorregge un ponte sospeso sull’ignoto. In novanta minuti si dovevano miscelare i giocatori di sempre, cioè quelli capaci di attraversare anche i carboni ardenti dell’instabilità, con quelli arrivati poche ore prima per arricchire il tasso tecnico del gruppo.

La situazione chiamava inevitabilmente in causa il tecnico Liguori alle prese delle famose scelte, dove non contano cuore, nemmeno gratitudine.

Liguori chiama Cirillo in porta, Cretella al centro e Gomes finale d’attacco.

Il resto resta immutato con Cesaroni titolare. Il Grifone sfodera una prestazione molto positiva, passa in vantaggio con la rete di Cesaroni (2002) replicando quella contro il Terranova Traiana portando in dote tre punti spettacolari.

Esperimento riuscito, allora, l’amalgama ha funzionato. In attesa di altre verifiche, di altre scelte, di altre situazioni.

Liguori: «Sognavo i tre punti, ma va bene così»

«Durante la partita pensavo di portare va l’intera posta in palio – afferma Liguori – ma alla fine il pareggio è un risultato giusto. Una gara molto bella dove il Grosseto è stato enorme. Mi è piaciuto il sacrificio di tutti all’interno di un gioco efficace. Ero convinto di questo, siamo cresciuti in palleggio e in qualità – termina – restando compatti. Come una vera squadra».

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected