Goti: «Interrogazioni fatte nell'interesse della città» | MaremmaOggi Skip to content

Goti: «Interrogazioni fatte nell’interesse della città»

L’opinione della coordinatrice di Forza Italia di Follonica dopo l’Aventino della minoranza. «Le scuse a Pizzichi e Lynn dovevano arrivare spontaneamente, tra gli accessi agli atti c’era anche quello per lo sviluppo del golf»
Eleonora Goti, coordinatrice di Forza Italia

di Eleonora Goti,

coordinatrice di Forza Italia Follonica

FOLLONICA. L’uscita dal consiglio, l’Aventino dell’opposizione, dopo l’archiviazione della denuncia presentata dal sindaco nei confronti di Charlie Lynn e di Daniele Pizzichi, continuano a tenere banco nella discussione politica follonichese. 

Questa volta, a intervenire è la coordinatrice di Forza Italia di Follonica Eleonora Goti

Abbandono dell’assise: «Atto simbolico e dovuto»

«La realtà supera sempre la fantasia.

Ne è prova la nota pubblicata dai consiglieri di maggioranza del Comune di Follonica, con la quale si stigmatizza l’abbandono del Consiglio comunale del 26 novembre, da parte di tutta la minoranza.

L’abbandono dell’assise, al contrario di ciò che afferma la maggioranza, è stato un atto simbolico e dovuto, dal momento che, circa un anno fa, i consiglieri Lynn e Pizzichi, furono denunciati dal sindaco e dal segretario comunale perché, a loro dire, le richieste di accesso agli atti e le conseguenti interrogazioni presentate avrebbero intralciato il regolare lavoro degli uffici comunali.

I consiglieri, per questo motivo, sono stati indagati dalla procura di Grosseto, la quale, al termine di accurate indagini, ha fatto richiesta di archiviazione, poi convalidata dal gip.

Nel ripercorrere l’intera vicenda, prima dell’inizio dei lavori consiliari, i consiglieri indagati hanno richiesto le scuse formali del sindaco e del segretario, ma, come da copione, non sono arrivate. Personalmente, credo che le scuse non andassero neanche chieste, ma sarebbero dovute pervenire spontaneamente dai denuncianti. Questo sì che sarebbe stato un bel segnale di serietà e dignità. Ma andiamo avanti».

La variante per il golf tra gli accessi agli atti

«Altra cosa che stupisce, da ciò che leggiamo nella nota della maggioranza è l’arroganza con la quale vorrebbero continuare a spacciarsi quali difensori del bene comune, indignati perché la minoranza non ha discusso gli argomenti all’ordine del giorno, tra i quali la variante per lo sviluppo del golf a Follonica. Allora mi chiedo, cosa non ha, ancora, capito la maggioranza.

Forse si dimentica che tra gli accessi agli atti e interrogazioni, che hanno portato all’esposto/denuncia di Pizzichi e Lynn, tanti riguardavano proprio lo sviluppo del settore golf. Si dimentica che, solo grazie ai consiglieri di opposizione, l’argomento è stato portato all’attenzione della Regione, la quale ha, di fatto, confermato quanto asserito dagli stessi,  per far sì che la struttura Riva Toscana potesse incrementare l’offerta sportivo/turistica, fortemente ostacolata dal Comune.

La posizione della minoranza era ben chiara da tanto tempo. Si dimentica di quante situazioni, al limite della legalità, sono state fatte presenti dagli stessi consiglieri al fine di evitare danni erariali, e quindi, in ultima analisi ai cittadini. Si dimentica che l’amministrazione comunale deve essere un’amministrazione trasparente, dove gli uffici tutti debbono collaborare per far sì che lo sia il più possibile, e tutto ad esclusivo interesse della collettività».

Sudditanza del consiglio dall’amministrazione

«Sinceramente dai consiglieri della maggioranza mi sarei aspettata tutto un altro atteggiamento, dovendo gli stessi, come l’opposizione, lavorare per l’interesse pubblico, anche distaccandosi formalmente dall’operato, se ritenuto lesivo, dell’attuale amministrazione. Invece, ciò che traspare dalla nota pubblicata dalla maggioranza, purtroppo, conferma l’assoluta sudditanza del consiglio all’amministrazione, senza un minimo di spirito critico, che possa far pensare ai cittadini che il Consiglio comunale sia un organo libero ed anche di vigilanza, per l’esclusivo interesse degli stessi.

 Oggi, come non mai, il nostro Comune sta attraversando un periodo di grande smarrimento e confusione, e tutto ciò non fa bene alla nostra città, che versa in una situazione assai difficile, intrappolata in vecchie logiche e teatrini non più sopportabili».

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati