"Gli Scompagnati" tornano in teatro e promettono risate Skip to content

“Gli Scompagnati” tornano in teatro e promettono risate

Nuova commedia per la compagnia amatoriale, che porta in scena “l’Acqua Cheta” di Augusto Novelli. Ecco com’è nata e tutte le date degli spettacoli
La compagnia in scena

GROSSETO. Quella che era nata come uno sfizio di fare teatro dopo il lavoro, sta diventando una “cosa seria”. La compagnia teatrale amatoriale “il Teatro degli scompagnati” è in scena con la nuova commedia, l’Acqua Cheta. E il successo, già dalle prime uscite, è assicurato.

Gli “Scompagnati” nascono nel 2015 da un’idea dell’avvocato Elisa Cappuccini, già colonna della proloco di Albinia che si è fatta carico del progetto teatrale. Nello stesso anno è avvenuto l’incontro con Massimiliano Gracili, regista drammaturgo professionista, che ancora oggi dirige gli attori in scena.

Dalla nascita la compagnia si è proposta nel panorama provinciale del teatro amatoriale, mettendo in scena diversi lavori nei teatri in giro per la provincia di Grosseto.

«È iniziato tutto per gioco, fra amiche»

«A dire la verità già nel 2014 ci eravamo prefissate di fare uno spettacolo», confessa Elisa Cappuccini, che ha sempre fatto parte della proloco di Albinia e, insieme ad altre tre amiche ha ideato la compagnia. «Dato che i nostri figli frequentano la stessa scuola, ci vedevamo spesso il pomeriggio e da lì è nata l’idea.  Ne abbiamo parlato con la proloco e nel 2015 abbiamo proposto il primo spettacolo: “Quello che le donne non dicono”, una commedia diretta da Gabriele Fanciulli. L’avevo scritta ai tempi del liceo, ma era rimasta in un cassetto. La cosa piacque molto alla e da lì è iniziata l’avventura degli Scompagnati».

Molti attori si sono aggiunti alla compagnia

«La cosa più bella ogni stagione è quando ci ritroviamo per preparare il nuovo spettacolo – aggiunge la Cappuccini – più di quando andiamo in scena. Vedere l’impegno di tutti, la complicità e il valore che tutti ci mettono, è qualcosa di magico. Insomma andare alle prove, la sera dopo il lavoro, non è mai un sacrificio. Di aneddoti da raccontare ne avrei un milione, ogni volta è una scoperta».

l

Una scena dell’Acqua Cheta

Ogni anno una nuova commedia

Nel 2016, Gli Scompagnati hanno potato in teatro la piece “Se devi dire una bugia dilla rossa”. Nel 2017, “Taxi a due piazze”, nel 2018, “Non ti conosco più”, nel 2019  “Il padre della sposa”, nel 2020 “Gli affari sono affari”, nel 2022 “Come si rapina una banca”.

Tutte rappresentazioni in cui prevalgono i doppi sensi, i colpi di scena e i finali a sorpresa. Che poi sono il canovaccio della classica commedia all’italiana.

Quest’anno Gli Scompagnati  portano in scena la commedia “l’Acqua Cheta” dell’autore fiorentino Augusto Novelli, un altro classico della commedia toscana che narra le vicende di una famiglia popolare di inizio ‘900.

A quei tempi in famiglia ci si dava del lei o del voi. Per i giovani gli ideali erano ancora importanti e le ragazze, tra un ricamo e l’altro, sospiravano un bacio rubato e amori sofferti, sotto lo sguardo severo dei genitori. Più preoccupati delle chiacchiere di paese che altro.

Ed è così anche per Rosa e Ulisse, personaggi della commedia, genitori della due ragazze da “marito” pronte a spiccare il volo, creando non pochi grattacapi alla famiglia. L’Acqua Cheta di Novelli racconta tutto questo con la solita inconfondibile leggerezza ed ironia che non guastano mai.   

Gli attori degli Scompagnati

«Fare teatro una passione che entra dentro»

«Abbiamo iniziato per puro divertimento, ma con gli anni la passione è aumentata – dicono in coro gli attori – un modo per staccare dal lavoro e rilassarci. Fare teatro è pura magia e il pubblico che viene a vederci lo capisce e ci sostiene».

La locandina degli spettacoli

Il calendario degli spettacoli

  • 10 e 12 febbraio, ad Albinia (già andate in scena)
  • 25 febbraio, a Ribolla ex cinema Mori ore 21, per la rassegna “Licia Panerati”
  • 12 marzo, a Massa Marittima, Teatro San Bernadino ore 18, per la rassegna “Massa in Scena”
  • 25 marzo, a Orbetello, Auditorium Comunale ore 21
  • 15 aprile, a Grosseto, sala Friuli ore 21
  • 22 aprile, a Pitigliano, Teatro Salvini ore 21.

Il nucleo storico degli attori degli Scompagnati è composto da Elisa Cappuccini, Iolanda Coli, Isabella Sabatini, Giorgio Viganò, Claudio Diani e Alessio Tiribocchi. Negli anni si sono aggiunti Manolo Vannetti, Barbara Baldoncini, Chiara Piccini, Gionni Guiducci, Fabrizio Bonifazi, Eleonora Guelfi, Luca Peretti, Giorgio Stefanizzi, Lara Lombardelli e Silvia Carotti.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected