Glaucoma, la prevenzione è l’arma più efficace | MaremmaOggi Skip to content

Glaucoma, la prevenzione è l’arma più efficace

Visite ad accesso libero prenotabili da venerdì 8 marzo e screening il 15 marzo a Magliano in Toscana organizzato dall’UICI Grosseto: così si combatte “il ladro silenzioso della vista”
L’equipe dell’Oculistica del Misericordia

GROSSETO. Torna dal 10 al 16 marzo la Settimana mondiale del glaucoma, a cui l’Asl Toscana Sud Est aderisce mettendo a disposizione la possibilità nelle province di Siena, Grosseto e Arezzo, di sottoporsi a una visita oculistica gratuita.
Per accedere è necessario prenotare, a partire da venerdì 8 marzo, dalle 8 in poi, al numero 0577-767676 (sia da numero fisso che da cellulare), specificando la provincia di interesse.
Possono aderire all’iniziativa solo le persone sopra i 40 anni che non sono in terapia e non hanno fatto visite oculistiche negli ultimi due anni.

La vista, un bene prezioso

La Settimana mondiale del glaucoma è l’evento annuale di Iapb Italia Onlus in collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – Uici e ha lo scopo di richiamare l’attenzione sull’importanza del bene prezioso della vista e sulla necessità di tutelarlo e prendersene cura in ogni fase della vita.

L’Uici sezione di Grosseto ha organizzato in sinergia con Asl, uno screening gratuito a Magliano in Toscana, venerdì 15 marzo, dalle ore 11 fino al tardo pomeriggio, all’interno dell’Unità mobile oftalmica. Sarà possibile effettuare la valutazione del tono oculare grazie alla disponibilità dell’oculista Bernardino Tartaglia.

Nel pomeriggio è prevista una tavola rotonda condotta dallo specialista e coadiuvata dalla presidente territoriale Uici, dove gli ospiti potranno intervenire con domande ed avere i giusti chiarimenti e consigli.

Cos’è il glaucoma: il ladro silenzioso della vista

Il glaucoma è una patologia cronica e degenerativa della vista che colpisce circa il 2% della popolazione e che, se non diagnosticata e trattata in tempo, può portare alla cecità. La causa principale è un aumento della pressione oculare che determina un danno progressivo e irreversibile al nervo ottico con perdita della funzione visiva; può essere imputato anche a processi neurodegenerativi o vascolari.

Il glaucoma comunemente è chiamato “il ladro silenzioso della vista” perché è asintomatico e non evidenzia disturbi significativi se non quando ormai è troppo tardi. Da qui l’importanza della prevenzione per evitare danni irreparabili. Solo con visite periodiche è possibile scoprire e diagnosticare la malattia prevenendo nell’80% dei casi la cecità da glaucoma.

«Il nostro consiglio è sottoporsi a visita oculistica a 30 anni, poi a 40 anni e, nei soggetti normali, ogni cinque anni fino ai 60, dopodiché saranno pianificati i controlli in base alle caratteristiche del soggett, per esempio alla presenza di familiarità – spiega il dottor Andrea Romani, direttore Area dipartimentale di Oculistica – In tutti gli ambulatori della Asl Toscana sud est è possibile effettuare la misurazione della pressione oculare ed eseguire un esame oftalmoscopico del fondo oculare. In caso sospetto, presso i presidi ospedalieri, sarà possibile effettuare un approfondimento diagnostico strumentale con le più moderne apparecchiature esistenti in questo settore».

La diagnosi del glaucoma

L’Oculistica di Grosseto, diretta dal dottor Angelo Balestrazzi, in rete con gli altri presidi ospedalieri della provincia, dispone di tutte le attrezzature necessarie per diagnosticare il glaucoma, con la possibilità di esami del campo visivo, pachimetria e Oct. Inoltre, quando la terapia farmacologica non è efficace, possono essere eseguiti interventi con laser, Slt (con il quale si cerca di pulire le vie di deflusso dei liquidi endooculari) e Yag (con il quale si crea una piccola valvola interna che migliora la circolazione interna dell’occhio). In particolare, all’ospedale Misericordia è attivo da anni, l’ambulatorio per il glaucoma, coordinato dal dottor Bernardino Tartaglia.

«La settimana del glaucoma è un importante appuntamento per sensibilizzare la popolazione su questa patologia che interessa un numero elevato di persone – afferma Balestrazzi – Iniziative come questa sono importanti perché permettono di fare informazione e intercettare possibili casi da approfondire, soprattutto in caso di familiarità con la malattia e la prevenzione gioca in tale contesto un ruolo fondamentale. Per questo abbiamo organizzato iniziative per i cittadini che potranno cogliere l’occasione per fare un controllo e ricevere indicazioni e informazioni sul percorso glaucoma. Un sentito grazie va come sempre all’Unione italiana ciechi e ipovedenti di Grosseto e alla sua presidente Sioli Sereni, da sempre al nostro fianco e disponibili in ogni occasione a collaborare fattivamente nelle iniziative rivolte alla popolazione».

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati