Furto alla toelette per animali, via con mance e attrezzi | MaremmaOggi Skip to content

Furto alla toelette per animali, via con mance e attrezzi

Colpo durante la notte al negozio Elena Pet Stylist: i ladri hanno spaccato i vetri della porta e hanno messo a soqquadro tutta l’attività. Interviene la polizia scientifica
I vetri della porta spaccati nella toelette per animali

GROSSETO. Hanno sfondato il vetro della porta, sono riusciti ad aprirla e, una volta dentro, hanno messo tutto a soqquadro nel tentativo – vano – di trovare soldi.

Invece, si sono dovuti accontentare di portare via il barattolo con le mance e un apparecchio che serve per tosare gli animali del valore di circa 400 euro

Furto al negozio di animali

Nel mirino dei ladri è finito, questa volta, il negozio di toelette per animali Elena Pet Stylist di via Guglielmo Pepe, a due passi da via Emilia. Elena Signori, che ha aperto il suo negozio due anni e mezzo fa, quando è stata avvisata della spaccata nella sua toelette, non ci voleva credere. 

«Mi ha chiamata un taxista che ha visto la porta sfondata – racconta – dicendomi di andare subito al negozio. Lì per lì ho temuto che si trattasse di una truffa, invece purtroppo era tutto vero». 

La ragazza è stata avvisata alle 7.20 di martedì 28 novembre. Quando Elena è arrivata in via Pepe ha visto la porta sfondata e i vetri per terra. «I ladri cercavano soldi che però non hanno trovato – dice Elena – hanno preso solo la scatolina con le mance e una tosatrice, lasciando però la base». Magro il bottino, tanto invece il danno

Il negozio è stato messo a soqquadro: Elena ha trovato tutto per terra, anche nella stanza sul retro

Eppure, in quella zona, segnalazioni di furti non ne sono state fatte molte. «Qualche anno fa erano entrati nel negozio che vende computer qui accanto – dice – però poi non abbiamo più subito nulla. Ora sarò costretta a mettere le telecamere». 

L’allarme è stato dato al personale della questura, intervenuta con la polizia scientifica per i rilievi. «Ora andrò a sporgere la denuncia – dice – Ho anche richiamato il taxista per ringraziarlo di avermi avvisata. Mi ero preoccupata che volessero truffarmi, invece ero stata derubata». 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati