Fresi in "Pierino e il lupo" per la Fondazione Meyer al Moderno | MaremmaOggi Skip to content

Fresi in “Pierino e il lupo” per la Fondazione Meyer al Moderno

Lo spettacolo il prossimo 15 marzo: l’intero ricavato infatti sarà devoluto alla Fondazione Meyer, che opera a favore dell’ospedale pediatrico fiorentino
Nella foto: da sinistra la consigliera regionale Donatella Spadi, l'attore Stefano Fresi, Gloria Mazzi (presidente di Agimus e direttore artistico della rassegna "La voce di ogni strumento), Alessandro Benedetti (segretario generale della Fondazione Meyer), Stefano Scaramelli (vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana), Isabella Sichi e l'assessore regionale Leonardo Marras
Nella foto: da sinistra la consigliera regionale Donatella Spadi, l’attore Stefano Fresi, Gloria Mazzi (presidente di Agimus e direttore artistico della rassegna “La voce di ogni strumento), Alessandro Benedetti (segretario generale della Fondazione Meyer), Stefano Scaramelli (vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana), Isabella Sichi e l’assessore regionale Leonardo Marras

GROSSETO. Uno spettacolo per la Fondazione Meyer, al teatro Moderno di Grosseto.

Uno degli appuntamenti clou della stagione musicale 2023/2024 della rassegna “La voce di ogni strumento” andrà in scena venerdì 15 marzo al teatro Moderno di Grosseto: “Pierino e il lupo”, la celebre favola musicale composta dal musicista russo Sergej Prokofiev, interpretata dall’attore Stefano Fresi con l’accompagnamento musicale dell’Orchestra sinfonica “Città di Grosseto” diretta dal maestro Enrico Melozzi.

Per l’occasione è prevista una doppia rappresentazione: una matinée dedicata alle scuole e uno spettacolo serale (alle ore 21) per tutti.

Un evento che si annuncia speciale non solo per il valore artistico dell’opera e per la qualità degli interpreti, ma anche per la finalità: l’intero ricavato infatti sarà devoluto alla Fondazione Meyer, che opera a favore dell’ospedale pediatrico fiorentino.

Per presentare l’appuntamento, in programma al teatro Moderno di Grosseto, si è svolta una conferenza stampa al Media center Sassoli di palazzo del Pegaso.

Sono intervenuti il vicepresidente del consiglio regionale della Toscana Stefano Scaramelli, la consigliera regionale Donatella Spadi, l’assessore regionale Leonardo Marras; il segretario generale Fondazione Meyer Alessandro Benedetti; la direttrice artistica della rassegna Gloria Mazzi e l’attore e voce narrante Stefano Fresi.

Il ricavato per la Fondazione Meyer

«Una grande opportunità poter promuovere come consiglio regionale questa iniziativa benefica – ha detto Stefano Scaramelli vicepresidente del Consiglio regionale – il cui ricavato andrà alla Fondazione Meyer, un ‘occasione culturale significativa che si svolgerà a Grosseto e che è stata fortemente voluta anche dall’assessore regionale Leonardo Marras».

«Un’iniziativa di assoluto rilievo voluta dall’agenzia musicale Agimus che propone protagonisti giovani e di talento – ha detto la consigliera regionale Donatella Spadi – e la partecipazione dell’attore Stefano Fresi, a titolo gratuito, diventa importante, perché l’intero ricavato andrà alla Fondazione Meyer. Una serata di solidarietà a favore della ricerca per continuare nell’impegno di trovare risposte nei confronti di malattie oggi considerate incurabili».

Marras: «Come famiglia e Festa di Sole collaboriamo con Agimus»

«Noi come famiglia, con l’associazione Festa di Sole, collaboriamo in modo costante – ha detto l’assessore regionale Leonardo Marras– alle iniziative promosse da Gloria Mazzi e da Agimus e questo spettacolo a Grosseto segna una tappa importante di una collaborazione per reperire fondi per la ricerca della Fondazione Meyer. Oggi presentiamo l’iniziativa a sei anni di distanza dalla salita in cielo di Maria Sole e questo è un bel regalo che ci viene fatto».

«Un fine solidale molto bello – ci ha detto Alessandro Benedetti segretario della Fondazione Meyer – che da un lato consente di poter raccogliere fondi per poter avanti le ricerche in campo medico e dall’altro il connubio con la cultura è essenziale. La Fondazione Meyer accoglie e promuove molte iniziative culturali e teatrali in favore dei bambini. Cultura e solidarietà in favore dei bambini è la sintesi perfetta degli scopi della nostra fondazione».

Mazzi: «Grazie a Fresi, un grande artista»

«Gli eventi della rassegna musicale “La voce di ogni strumento”, organizzata dall’associazione Agimus di Grosseto – dichiara la maestra Gloria Mazzi direttrice artistica della rassegna – sono da sempre contraddistinti dalle finalità benefiche cui sono destinati gli incassi, attraverso le collaborazioni strette nel corso degli anni con varie associazioni locali e non, oltre che dal valore artistico degli eventi proposti».

«E in occasione dell’appuntamento del 15 marzo questi elementi assumono significato e risalto in modo particolare: l’interpretazione di un grande artista come Stefano Fresi in un’opera popolare come “Pierino e il lupo” di Prokofiev, con l’accompagnamento dell’Orchestra sinfonica Città di Grosseto, ci offrirà l’opportunità di aiutare concretamente le attività dell’ospedale pediatrico fiorentino Meyer attraverso una donazione alla sua Fondazione».

«Per questo ci auguriamo che il pubblico non manchi di assistere a uno spettacolo di grande qualità e dunque in tanti possano contribuire alle sue finalità. Importante che anche i bambini del Meyer possano vedere lo spettacolo con un collegamento in diretta».

«Molto bello che la musica si metta al servizio della solidarietà – ha detto l’attore Stefano Fresi – e “Pierino e il lupo” è una favola assolutamente moderna e attuale che mi offre anche l’occasione di collaborare con un musicista di assoluto rilievo come Enrico Melozzi. Fare la voce narrante è un’esperienza unica, anche se ci sono dei precedenti preoccupanti con le interpretazioni di Dario Fo e Roberto Benigni. Adesso sono in Toscana con un nuovo spettacolo sul Quartetto Cetra».

La rassegna “La voce di ogni strumento” organizzata da Agimus ha il patrocinio del ministero della Difesa e delle istituzioni locali (Comune di Grosseto, Provincia di Grosseto, Regione Toscana) e il sostegno dei main sponsor Conad e Castagneto Banca 1910.

Per acquistare i biglietti dello spettacolo: clicca QUI.

La carriera di Stefano Fresi

Stefano Fresi (Roma, 1974) è attore e musicista e si è avvicinato alla recitazione teatrale proprio attraverso la musica. Raggiunge la popolarità entrando nel cast della fiction Rai “Un medico in famiglia” (2004) e del film “Romanzo criminale” di Michele Placido (2005). Ha recitato anche ne “I delitti del Barlume”, ambientati a Marciana Marina all’Elba, su Sky.

I Delitti del Barlume: Filippo Timi, Enrico Guidi e Stefano Fresi
I Delitti del Barlume: Filippo Timi, Enrico Guidi e Stefano Fresi

Nel 2021 ha affiancato Roberto Bolle nel programma televisivo “Danza con me” in onda su Rai1 e ha partecipato a spot per celebri marchi come Enel e Parmigiano Reggiano. Nella stagione 2022/2023 sta recitando a teatro in “Cetra una volta” con la sorella Emanuela e Toni Fornari.

La carriera di Enrico Melozzi

Il direttore d’orchestra Enrico Melozzi (Teramo, 1977) ha cominciato a studiare il pianoforte a otto anni, componendo da subito come autodidatta. Dopo il diploma in violoncello e la laurea in composizione, ha conseguito il titolo di Fellow of the London College of Music.

Enrico Melozzi
Enrico Melozzi

Si è accostato alla musica contemporanea nel 1999 come assistente di Michael Riessler, collaborando alla colonna sonora del film “Die Andere Heimat” come arrangiatore e produttore artistico. Ha composto opere liriche, sacre, colonne sonore per film e spettacoli teatrali.

Nel 2021 è stato maestro concertatore della “Notte della taranta” con la cantautrice Madame.

Ha arrangiato per Il Volo il singolo “You are my everything (Grande amore)” e collaborato con Niccolò Fabi all’album “Meno per meno”, offrendo una rilettura in chiave sinfonica dei brani del cantautore.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati