Follonica viene "Prima" di Forza Italia: Eleonora Goti scende in campo Skip to content

Follonica viene “Prima” di Forza Italia: Eleonora Goti scende in campo

Eleonora Goti restituisce la tessera di Forza Italia e si candida per la civica “Prima Follonica”. «Si vota per la città, no a logiche di potere»
Riccardo D'Ambra, Eleonora Goti e Andrea Petri presentano "Prima Follonica"
Riccardo D’Ambra, Eleonora Goti e Andrea Petri presentano “Prima Follonica”

FOLLONICA. Eleonora Goti, fino a poco fa la candidata dello schieramento di centro destra, taglia la testa al toro ed esce ufficialmente con la propria lista civica “Prima Follonica” .

Dopo aver atteso correttamente che si dipanassero i nodi all’interno dei partiti della sua coalizione, Goti ha deciso infine di rompere il percorso che aveva intrapreso precedentemente e correre da sola.

E spiega a chiare lettere la motivazione principale che l’ha portata anche a restituire la tessera del partito presa poco più di un anno fa.

Goti: «Ero disponibile, poi troppe pressioni esterne alla città»

«Avevo dato la mia disponibilità alla coalizione follonichese da tempo, illustrando la mia idea di programma e di politica – spiega in conferenza stampa l’avvocato Eleonora Goti -, ed era stata accettata con entusiasmo».

«Poi le intromissioni arrivate dai livelli superiori della politica sia provinciale che regionale, comprensibili e condivisibili fino ad un certo punto, hanno passato il limite. Quello che penso sinceramente è che a giugno si voterà il sindaco di Follonica e Follonica deve venire prima di ogni altra logica estranea e lontana dalla città».

Eleonora Goti con il logo della civica
Eleonora Goti con il logo della civica

«Prosegue il progetto originale, una civica»

«Non faccio nient’altro, quindi, che mantenere e proseguire con il progetto originale, quello di una civica dove possano confluire tutti i cittadini che non si riconoscono in questo modo di fare politica. Da troppo tempo oramai la politica non ascolta più le persone, non è più a servizio delle comunità ma rincorre sfacciatamente personalismi e dinamiche estranee alla vita vera».

«È così che si è formato “il popolo del non voto”, ed è per questo che è necessario proporre un’alternativa. “Prima Follonica” vuol dire che il primo posto nelle mie intenzioni e nei prossimi miei pensieri sarà solo per la mia città e coloro che la abitano».

Logico domandarsi che cosa ne sarà dei partiti che facevano parte dello schieramento che fino all’ultimo l’avevano sostenuta a dispetto di tutti.

«Ho reso la tessera per coerenza con la mia idea di politica, cioè la necessità di ritornare a proporsi e governare le comunità dopo aver parlato con le persone che lì vivono. Questo vuole solo dire che seguirò il mio pensiero, che porterò avanti semplicemente il mio progetto, la mia lista. Tutti sono i benvenuti perché tutti possono dare un contributo prezioso».

A questo punto, dopo un periodo troppo lungo di immobilismo, questa notizia dovrebbe smuovere le acque soprattutto in quella parte politica che sosteneva da tempo la candidatura di un altro avvocato, Matteo Buoncristiani, che rimettendo la decisione definitiva al sostegno condiviso di tutti, troverà adesso ancora più difficile prendere una decisione.

I punti fondamentali, che saranno trattati poi dettagliatamente, del programma elettorale di Eleonora Goti sono: il decoro urbano e il vero sviluppo del turismo, il lavoro, la sicurezza, la salute, l’ambiente e la cultura.

«Pochi punti ma chiari, conclude Eleonora Goti, dai quali è facile capire che voglio una città pulita, attrattiva e sicura».

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati