Follonica è uno dei comuni amici delle api | MaremmaOggi Skip to content

Follonica è uno dei comuni amici delle api

L’amministrazione comunale ha aderito alla campagna di sensibilizzazione finanziata dall’Unione europea
Le api tutelate dal Comune

FOLLONICA. Follonica è un comune amico delle api: l’iniziativa è nata nell’ambito della CooBEEration Campaign, la campagna di sensibilizzazione sul valore dell’apicoltura come bene comune, che a sua volta è inserita nel più ampio progetto di cooperazione “Mediterranean CooBEEration – una rete per l’apicoltura, la biodiversità e la sicurezza alimentare” finanziato dall’Unione europea.

Un’iniziativa per la tutela del territorio

L’iniziativa “Comuni amici delle api” promuove una partecipazione attiva nella tutela dell’ambiente e una riqualificazione dei territori, attraverso la protezione delle api e la valorizzazione dell’apicoltura. Il tutto a partire dal ruolo strategico di motore politico e di coordinamento che i Comuni hanno per la promozione di uno sviluppo locale sostenibile. Il Comune di Follonica condivide la necessità e l’urgenza di dedicare una maggiore attenzione politica e normativa a tutti i livelli alla questione della tutela e del rafforzamento dell’apicoltura in quanto attività portatrice di interessi comuni globali.

Sviluppo delle attività apistiche

Aderendo all’iniziativa e quindi di diventando un Comune amico delle api, Follonica sostiene nella propria comunità locale lo sviluppo delle attività apistiche in maniera diffusa sul territorio, come opportunità di reddito e inclusione sociale ed incrementerà nella pianificazione del verde pubblico la coltivazione di specie vegetali gradite alle api. Non solo: verrà posta attenzione nella somministrazione dei trattamenti, che saranno evitati in occasione delle fioriture e verrà ridotto, fino alla totale eliminazione, l’impiego di erbicidi nelle manutenzioni stradali. Sarà poi posta particolare attenzione all’applicazione delle leggi nazionali e regionale che vietano di eseguire qualsiasi trattamento con fitofarmaci ed erbicidi alle piante legnose ed erbacee di interesse agrario, ornamentali e spontanee, che possa essere dannoso alle api dall’inizio della fioritura.

Nasce l’area di recupero ambientale

Verranno infine promosse iniziative a sostegno dell’apicoltura, come eventi, mostre, convegni e premi. «Aderendo a questa rete portiamo avanti un ideale che già avevamo sposato come amministrazione comunale, favorendo iniziative come quella portata avanti dal Soroptimist di Follonica – spiega l’assessora all’ambiente Mirjam Giorgieri – il club si è infatti occupato della realizzazione di un’area di recupero dell’ambiente naturale, in località Martellino, quale luogo di incontro e di formazione territoriale apistica, in cui favorire l’impollinazione crociata delle api, associandovi l’aspetto della sensibilizzazione e del coinvolgimento delle scuole primarie e secondarie».

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected