Folgav, vince il Livorno con uno squalificato in campo | MaremmaOggi Skip to content

Folgav, vince il Livorno con uno squalificato in campo

Nei sedicesimi di Coppa Italia i labronici dell’ex Favarin battono il FollonicaGavorrano 2-0. Ma i minerari fanno reclamo
Coppa Italia serie D sedicesimi di finale FolGav-Livorno 0-2

BAGNO DI GAVORRANO. Nella gara secca dei sedicesimi di finale di Coppa Italia, al Malservisi-Matteini al 90’ il Livorno ha battuto 2-0 il FolGav. Ma nemmeno il tempo di arrivare negli spogliatoi che proprio la società mineraria ha annunciato il ricorso: il difensore Gianmarco Bassini degli amaranto, a quanto risulta dal bollettino della Federazione, ha giocato pur dovendo scontare una squalifica di un turno per recidiva in ammonizioni (2), il secondo cartellino giallo rimediato nella sfida contro il Poggibonsi del turno precedente. Una svista incredibile, che appunto porterà se confermata, alla sconfitta a tavolino della squadra dell’ex tecnico anche dei minerari Giancarlo Favarin.

FOLLONICAGAVORRANO (442): Filippis; Mezzasoma (70’ Ceccanti), Ampollini, D’Agata (76’ Souare), Bellini (70’ Botrini); Grifoni (86’ Origlio), Modic, Lo Sicco, Barlettani; Regoli (86’ Pino), Marcheggiani. A disp. Bianchi, Pignat, Dierna, Masini. All. Masi.

LIVORNO (352): Ciobanu; Fancelli, Brenna, Bassini; Nizzoli (61 Camara), Mutton (76’ Kosiqi), Luci, Sabattini, Brisciani (81’ Curcio); Giordani (69’ Tanasa), Farinhas. A disp. Albieri, Nardi, Savshak, Martino, Menga. All. Favarin.

ARBITRO: Pazzarelli di Macerata; assistenti Piomboni di Città di Castello, Gookooluk di Civitavecchia.

RETI: 65’ Farinhas (L), 93’ Curcio (F).

NOTE: terreno in ottime condizioni; recupero pt 1’, st 4’, angoli 9-5; ammonito D’Agata.

Primo tempo di studio

BAGNO DI GAVORRANO. Gara attesa i sedicesimi di finale della Coppa Italia di serie D e al Malservisi-Matteini è comunque un bel colpo d’occhio, con i tifosi del Livorno che hanno fatto sentire la propria voce per tutto il match, come del resto i “giovani” ultras biancorossoblù. Squadre imbottite di seconde linee e si parte.

La prima frazione vede un leggero predominio del FolGav, che tenta a più riprese di impensierire il portiere ospite. Al 4’ un errore della difesa labronica è da matita rossa: Marcheggiani dai 25 metri può avanzare e tiare a porta vuota, con l’uscita scellerate di Ciobanu, con l’attaccante che opta per provare la conclusione dalla distanza, che esce frettolosa e termina fuori dai pali. Al 16’ Ampollini cerca la deviazione vincente sulla palla messa in mezzo da Regoli, non trovando la porta.

Altra occasione per i biancorossoblù al 22’: Grifoni serve Marcheggiani ben appostato in area, che si gira ma viene contrastato dalla difesa livornese. Al 27’ arriva il primo tiro in porta del Livorno: Sabattini recupera palla sulla trequarti e tenta il tiro dalla distanza, trovando la deviazione in calcio d’angolo. Sullo stesso corner Sabattini calcia sul muro della difesa di casa. Al 29’ torna in avanti il Follonica Gavorrano: Grifoni serve Lo Sicco, che cerca la conclusione dal limite che si spegne in corner. Un minuto più tardi stessa occasione, questa volta sull’asse Barlettani-Marcheggiani: il tiro del centravanti numero 32 termina a lato. Clamorosa occasione per il FolGav al 38’: l’uscita a vuoto sugli sviluppi del corner di Ciobanu trova solissimo sul secondo palo Ampollini, che salta di testa a colpo sicuro spedendo fuori di un soffio. Il Livorno risponde al 40’ con Giordani, la cui conclusione termina tra le braccia di Filippis. Un minuto più tardi Marcheggiani di testa scheggia la traversa, girando un bel cross di Mezzasoma dalla destra. In chiusura di frazione ci prova anche D’Agata di testa su calcio d’angolo, attento Ciobanu che blocca la sfera.

Nella ripresa il Livorno la sblocca

Al 53’ l’arbitro annulla un gol al Livorno segnato da Giordani in fuorigioco. E ancora gli amaranto si rendono pericolosi al 57’ con Mutton, che di testa non trova la porta. Al 65’ il Livorno passa. Brisciani si lbera sulla sinistra e mette in mezzo un cross invitante: Luis Henrique Farinhas si coordina bene e di testa batte Filippis, 0-1. Il FolGav reagisce e sfiora il pari al 71’ con l’incredibile doppia occasione per D’Agata: dal corner il difensore prima colpisce la parte interna della traversa e poi sulla respinta trova il muro del portiere da due passi. Il FolGav si riversa in avanti alla ricerca del pari. All’82’ i biancorossoblù Lo Sicco su punizione dal limite dell’area spedisce di poco sopra la traversa. Al 90’ pericoloso Brenna di testa sfiora la porta mineraria. I ragazzi di Masi tentano l’arrembaggio finale, con l’occasione più pericolosa per i piedi di Ceccanti: conclusione dalla distanza al volo larga. Al 93’ il raddoppio livornese. Curcio, forse partito in sospetta posizione di fuorigioco, salta Filippis e deposita in rete il 2-0. Poi il giallo finale con il ricorso del FolGav che se accettato porterà alla vittoria a tavolino dei minerari e al passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati