«Fioccano le multe per la Ztl»: il sindaco risponde | MaremmaOggi Skip to content

«Fioccano le multe per la Ztl»: il sindaco risponde

Le multe stanno arrivando ai cittadini, c’è chi dà la colpa a un vecchio cartello: il primo cittadino fa il punto sulla situazione
Il varco della ztl
Il cartello di ingresso nella Ztl

MASSA MARITTIMA. Fioccano le raccomandate. Nel centro storico del paese, sembrano molti ad aver oltrepassato il varco della Ztl senza permesso e ad aver preso la multa. Alcuni danno colpa alle vecchie indicazioni. «La vecchia segnaletica che delimitava la Ztl era presente almeno fino al 14 dicembre, era stata dimenticata ed ha indotto in errore gli automobilisti». Questa è, in sintesi, la motivazione che ha spinto il Pci a esprimersi nei giorni scorsi sulla Ztl scrivendo al primo cittadino e chiedendo un suo intervento.

Daniele Gasperi, segretario del Pci di Massa Marittima con la sua nota intende sollecitare una verifica, puntando il dito contro il primo cittadino «Ritengo legittimo che il sindaco prenda le difese di una sua scelta – precisa – Fatta da lui e da poche altre persone, ma non rispecchia quei criteri di partecipazione e coinvolgimento dei soggetti interessati e di cittadini che avrebbero potuto portare a contributi migliorativi».

«Sono diversi i cittadini – prosegue Gasperi – che ci segnalano di aver ricevuto delle multe in quella zona, tra l’altro di non poco conto. Superano i 70 euro se pagate nei 5 giorni successivi alla notifica. Stanno tutte pervenendo per avere oltrepassato il perimetro della Ztl. Un vero e proprio “salasso” – continua – Al di là degli aspetti sociali e d’impatto nelle economie e nei bilanci familiari, c’è una questione che ci è stata sollevata ed è relativa alla segnaletica».

Il sindaco risponde

Il sindaco si dimostra dalla parte dei cittadini, senza mancare di rispondere a Gasperi però. «Se qualche errore è stato commesso da parte dell’amministrazione sulla questione del varco Ztl – risponde – sicuramente non ci saranno problemi ad annullare le sanzioni. Ci sono sicuramente delle situazioni da sanare, come l’accesso per i disabili che non vengono riconosciuti al passaggio. Avevano un accesso legato al nominativo, serve abbinare il nome alla targa dell’auto utilizzata: presto sarà risolto anche questo problema, senza causare altri disagi».

Il varco della Ztl a Massa Marittima

«Va precisato – ci tiene a dire Giuntini – che una volta che un verbale viene emesso, non può comunque essere annullato né dal sindaco né dalla polizia municipale. Si deve fare ricorso alla Prefettura o al giudice di pace. Rivolgersi alla Prefettura non costa nulla – precisa – Sono stati predisposti dei moduli e la polizia municipale è a disposizione».

«Il varco però – precisa – è stato posizionato prima rispetto alla vecchia segnaletica. Ci sono diversi metri di distanza rispetto a dove era prima il cartello». Col nuovo varco quindi si trovano subito le indicazioni, la nuova segnaletica a terra e le nuove regole, solo successivamente si potrebbe essere vista la vecchia segnaletica. «Ammesso e non concesso che sia rimasta lì fino al 14 dicembre – conclude Giuntini – L’automobilista che arriva legge subito il cartello nuovo, dove trova tutte le indicazioni utili. Chiedere di annullare una multa per la motivazione del cartello vecchio potrebbe non avere la soluzione sperata».

Il varco si prende una pausa

In mezzo al fuoco della polemica, il varco “sciopera”.

L’amministrazione comunale di Massa Marittima, infatti, come già annunciato a dicembre ha accolto in via sperimentale le richieste del Centro commerciale naturale. Sarà così disattivato il varco elettronico della Ztl del centro storico in alcune fasce orarie del giorno, limitatamente al periodo invernale.

Il varco elettronico sarà disattivato a partire da lunedì 16 gennaio, fino al 15 marzo, nelle seguenti fasce orarie, dal lunedì al sabato:

  • dalle ore 10:00 alle ore 12:00
  • dalle ore 16:00 alle ore 18:00
  • dalle ore 20:00 alle ore 22:00

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected