Diego, Gabriele e Francesca sono i piccoli geni della matematica | MaremmaOggi Skip to content

Diego, Gabriele e Francesca sono i piccoli geni della matematica

I tre ragazzini volano alla finale dei Giochi alla Bocconi: frequentano la scuola secondaria Ungaretti. Le congratulazioni della dirigente scolastica
Gabriele Parrini e Diego Schillaci

GROSSETO. Alla vigilia delle vacanze di Pasqua, la scuola secondaria di I grado G. Ungaretti dell’istituto comprensivo 3 di Grosseto, festeggia i suoi tre studenti che il 25 maggio parteciperanno alla finale dei Campionati internazionali di giochi matematici dell’Università Bocconi, che si terrà a Milano.

Sono 64 gli alunni dell’Ungaretti che hanno preso parte ai quarti di finale, giocati online il 23 febbraio. 36 alunni hanno superato la prova e si sono classificati per le semifinali, che si sono svolte a Pisa, all’istituto comprensivo Fibonacci.

Tre geni della matematica alla Bocconi

Diego Schillaci della seconda B, Gabriele Parrini  della seconda D e Francesca Dottori della terza A, hanno superato le semifinali classificandosi Gabriele 21esimo e Diego 24esimo su 240 partecipanti per la categoria C1 (prima e seconda media). Francesca ha conquistato la sesta posizione su 88 partecipanti per la categoria C2 (terza media e primo anno delle scuole superiori).

Il 25 maggio si svolgerà la finale, penultimo step per poter accedere alla finalissima internazionale, prevista a Parigi il 25 e 26 agosto 2024.

Intuizione e fantasia per risolvere i problemi

I campionati internazionali di Giochi matematici organizzati dall’Università della Bocconi, giunti alla 31ª edizione, sono una gara in cui i concorrenti hanno il compito di risolvere un certo numero di quesiti in un tempo variabile in base alla categoria. Si tratta di “logica, intuizione e fantasia” come recita il loro slogan, una competizione dove non è necessaria la conoscenza di nessun teorema particolarmente impegnativo o di formule troppo complicate. Occorre la capacità di ragionare, un pizzico di fantasia e il desiderio di giocare e di confrontarsi con se stessi e i compagni.

La dirigente scolastica Maria Natalia Iiriti si congratula con gli alunni e con i docenti per questo splendido risultato, a testimonianza che l’istituto comprensivo 3 si impegna quotidianamente per lo sviluppo formativo degli studenti, nell’ottica di una scuola del sapere, del saper fare e del saper essere.

Non ci resta che fare il tifo per i nostri ragazzi per le finali dei campionati internazionali di Giochi matematici di Milano.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati