Dermatologia e medicina termale, il simposio a Saturnia | MaremmaOggi Skip to content

Dermatologia e medicina termale, il simposio a Saturnia

Oltre 70 medici e specialisti parteciperanno venerdì 16 e sabato 17 febbraio all’evento che si svolgerà alle Terme di Saturnia
La locandina del simposio

MANCIANO. Mancano pochissimi giorni all’inizio della prima edizione del Simposio Dermaterm, importantissimo evento voluto dalla task force di SideMaSt (Società italiana di dermatologia e malattie sessualmente trasmesse), incentrato sulle applicazioni dermatologiche della medicina termale.
L’evento nasce in seguito alla costituzione di una task force interna alla SideMaSt, la società scientifica dermatologica maggiormente accreditata in Italia, che avrà come intento la divulgazione capillare presso i dermatologi italiani della reale potenzialità delle terapie termali in dermatologia; il nuovo appuntamento annuale con il Simposio Dermaterm inizia quindi proprio da Saturnia, località caratterizzata dalla presenza delle sue Terme, le cui acque sono straordinariamente utili in ambito dermatologico e nell’anti-aging. 

70 dermatologi e medici termali

Il Simposio vedrà coinvolti circa 70 dermatologi e medici termali, questi ultimi in formazione, nell’ambito del Master di II° livello in medicina termale dell’Università di Pisa, diretto dal professor Marco Romanelli e che per l’occasione si unisce al Simposio Dermaterm, medici che provengono dalla Regione Toscana e dalle regioni limitrofe. Nel Simposio in particolare sono stati realizzati focus di studio sull’efficacia di terapie e applicazioni termali in patologie dermatologiche molto diffuse quali la psoriasi, la dermatite atopica, l’acne e la dermatite seborroica, tra le altre, e saranno previsti approfondimenti anche sulla dermocosmetologia e le patologie vascolari.

Eccezionale il parterre dei relatori scientifici, in larga parte accademici delle più prestigiose università italiane: saranno infatti presenti al simposio Dermaterm 2024, tra gli altri, i professori Giovanni Pellacani, dal Policlinico Umberto I Università La Sapienza di Roma; Stefano Piaserico, dall’ Università degli Studi di Padova; Valentina Dini, responsabile del servizio di Dermochirurgia dell’Università degli Studi di Pisa; Nicola Zerbinati, dall’ Università degli Studi dell’Insubria Varese; la dottoressa Teresa Oranges, dall’Azienda ospedaliera pediatrica Meyer di Firenze; il professor Sergio Gianesini, presidente della Società mondiale di flebologia e docente presso l’Università di Ferrara. 
Direttore scientifico del Simposio è il professor Marco Romanelli, ordinario di Dermatologia dell’Università di Pisa e anche medico termale, nonché direttore del Master di II livello in Medicina Termale, appuntamento formativo ormai stabilmente tra i più importanti in Italia e in Europa; il Romanelli sarà coadiuvato dal  professor Fausto Bonsignori, Presidente Amittf (Associazione Medica Italiana di Idroclimatologia, Talassologia e Terapia Fisica), in collaborazione con il direttore sanitario delle Terme di Saturnia, la professoressa Manuela Scaramuzzino, medico termale e docente del Master di II° livello in Medicina Termale dell’Università di Pisa.

Il programma del simposio

I lavori del simposio, itineranti, inizieranno venerdì 16 febbraio presso l’Auditorium Bartolini di Saturnia, frazione del Comune di Manciano: l’auditorium è stato messo a disposizione dalla Banca Tema, in collaborazione con il prestigioso Polo Aldi, proprio per sottolineare l’importanza del nuovo appuntamento medico scientifico che si intende replicare negli anni a Saturnia.

Nel pomeriggio del venerdì e del sabato mattina proseguiranno presso le Terme di Saturnia, Azienda Termale Partner dell’evento scientifico, con alcune sessioni relative proprio alle terapie termali in dermatologia, dove verranno elencate le principali stazioni per le terapie dermatologiche termali in Italia, grazie alle caratteristiche chimiche e organiche delle loro acque e dei loro fanghi termali. 


Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati