Controlli dei carabinieri forestali, 760.000 euro di multe | MaremmaOggi Skip to content

Controlli dei carabinieri forestali, 760.000 euro di multe

Il bilancio di un anno di attività: centinaia le irregolarità riscontrate, scoperti abusi edilizi, truffe e frodi. Distrutti 100 chili di canapa, sequestrate 700 piante
Un controllo dei carabinieri forestali

GROSSETO. Nel corso del 2023, i carabinieri forestali della provincia di Grosseto, con 10 nuclei sparsi sul territorio provinciale maremmano insieme al nucleo investigativo di polizia ambientale agroalimentare e forestale di Grosseto, reparti alle dipendenze del Gruppo carabinieri Forestale di Grosseto, hanno operato una intensa attività di monitoraggio del territorio con oltre 9.000 sopralluoghi, circa 2.000 persone identificate e 230 veicoli controllati.

Numerosi i settori in campo ambientale che sono stati tenuti d’occhio dal punto di vista amministrativo con particolare riferimento alla caccia, alle utilizzazioni boschive, alla polizia idraulica, oltre al contesto del maltrattamento degli animali, dei rifiuti e degli scarichi abusivi, oltre all’utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione dei frantoi oleari, degli effluenti zootecnici, biogas e digestato.

Centinaia di irregolarità

Sono state riscontrale complessivamente oltre 500 irregolarità, sanzionate con 698 verbali amministrativi e 450 persone sanzionate per un importo totale di euro 760.000.

Per quanto riguarda le violazioni penali, numerose sono state le segnalazioni alla procura della Repubblica presso il Tribunale di Grosseto, sia a seguito di accertamenti di iniziativa che su delega, con specifico riferimento ai settori quali l’abusivismo edilizio, la gestione illecita di rifiuti e discariche, gli scarichi abusivi, le truffe e le frodi in commercio, il lavoro nero e la coltivazione industriale di canapa, settore nel quale sono stati avviati alla distruzione oltre 100 kg di canapa che presentava limiti fuori da quelli previsti dalla legge e sequestrate 700 piante coltivate illecitamente.

Un controllo dei carabinieri forestali

L’impegno della specialità forestale dell’Arma dei carabinieri trova le sue radici nella spiccata professionalità dei militari specializzata nel settore ambientale e forestale, con l’importante collaborazione con la linea territoriale per quanto riguardano i controlli in materia antidroga, in particolare nei boschi, e i controlli sul lavoro nero con il Nil carabinieri.

Sono stati svolti anche i controlli previsti dall’apposita convenzione stipulata sia con il Genio Civile in materia di corretto utilizzo della risorsa idrica con oltre 65.000 euro sanzioni contestate.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati