Il Conte Max canta i borghi della Maremma - IL VIDEO | MaremmaOggi Skip to content

Il Conte Max canta i borghi della Maremma – IL VIDEO

Quindici tappe nell’entroterra con la “500 cignala” per raccontare la bellezza della provincia e promuovere il turismo tra gag e disavventura
Conte Max e Tore a Buriano
Salvatore Seminara e il Conte Max Venturacci a Buriano

GROSSETO. Un viaggio in 15 tappe, trasmesse da Tv9 e ora pubblicate sul canale Youtube del Conte Max Venturacci per raccontare l’entroterra della provincia di Grosseto, da Buriano fino alla vetta dell’Amiata a bordo di una Fiat 500 speciale: quella serigrafata con il muso di un cinghiale di Eugenio Fagnoni, il patron de Il Rifrullo di Scansano.

Ora, quelle 15 puntate sono state riassunte in un video che racconta la bellezza della Maremma e che, appena pubblicato questa mattina sui social, è diventato subito virale.

«È stato come fare un viaggio negli anni ’60 – racconta Massimiliano Venturacci – abbiamo scelto di raccontare i paesi dell’entroterra perché sulla costa erano già arrivati tanti turisti. È stato bella provare a promuovere la nostra terra».

Un format, quello collaudato in questo viaggio, che sarà ripetuto anche il prossimo anno, quando, probabilmente in sella a una Vespa, il Conte Max mostrerà le bellezze della costa. «Vorrei però cominciare le visite verso febbraio o marzo – spiega – in modo da evitare di trovare il pienone dell’estate. E magari questa volta, il viaggio lo farò in Vespa». Una nuova serie, che si chiamerà “Gost to Gost”, tanto per sottolineare la maremmanità scanzonata che è diventata la cifra distintiva dell’arte del Conte Max.

Max e Tore in cima al monte Amiata
Max e Tore in cima al monte Amiata

Insieme al fidato Salvatore Seminara, Max Venturacci ha percorso 500 chilometri in 5 giorni, riprendendo con il drone e da terra le bellezze della Maremma, alla scoperta degli angoli più suggestivi della provincia. Viaggio che ha riservato al Conte Max anche qualche fuori programma. «Come quando siamo rimasti fermi in vetta all’Amiata – racconta – e abbiamo avuto bisogno che ci venissero a recuperare».

Senza aria condizionata, in piena estate, e dentro a un abitacolo piccolissimo. Il viaggio di Max e Tore è stato un viaggio che ha riempito soprattutto gli occhi della bellezza dei panorami e il cuore dell’amore per la Maremma. raccontando anche la bontà dei piatti gustati nei ristoranti e negli agriturismi che hanno accolto la coppia.  «Un viaggio che vorrei ripetere – dice – questa volta da Capalbio a Follonica, ma fuori stagione».

La 500 "cignala"
La 500 “cignala”

Le 15 puntate sono state trasmesse su Tv9, che ha da subito creduto nel viaggio del Conte Max. Un viaggio che ha appassionato i tanti turisti, molti stranieri, che si sono fatti fotografare con la “500 cignala” di Fagnoni e con il cappello a forma di cinghiale di Max Venturacci in testa. Che, nel montaggio del video che ripercorre le tappe di questa bella avventura, ha voluto mostrare tutti i borghi visitati. 

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected