Le associazioni del commercio: «Basta supermercati» | MaremmaOggi Skip to content

Le associazioni del commercio: «Basta supermercati»

Confcommercio, Confesercenti e Centro commerciale naturale: «Serve un profondo cambio di rotta»
L'ingresso del centro commerciale Maremà
L’ingresso del centro commerciale Maremà

GROSSETO. I centri commerciali sono un caso in città. Anche se non tutti, non sempre, hanno le idee chiare sullo stato dell’arte. E, soprattutto, su cosa potrebbe succedere. Nei giorni scorsi se ne è parlato al convegno di studi “Rigenerazione urbana e centri storici: il caso Grosseto” organizzato da Confedilizia Grosseto.

Un incontro che Confcommercio, Confesercenti e Centro Commerciale Naturale Centro Storico Grosseto commentano positivamente

«Un’occasione straordinaria per avere da autorevoli esperti la conferma di quanto affermiamo da anni: il futuro delle nostre città potrà essere solo all’insegna della rigenerazione e riqualificazione urbana. Non lo diciamo solo noi, che rappresentiamo le imprese del commercio, ma ne sono sicuri tutti quelli che hanno a cuore l’esistenza stessa delle città e dei loro luoghi di aggregazione sociale, culturale e di sviluppo sostenibile».

«Abbiamo ascoltato le parole di urbanisti che ci hanno dimostrato la necessità di una nuova capacità di pianificazione partecipata, la sola che può dare risposte alle esigenze dei cittadini – proseguono le tre associazioni – attraverso la presenza di negozi, servizi, ristorazione, verde e spazi pubblici all’interno della città storicizzata».

«È necessario incoraggiare la diffusione e il rafforzamento delle piccole imprese di quartiere riconoscendone la loro utilità sociale – spiegano ancora Confcommercio, Confesercenti e CCN Centro storico Grosseto – In questo senso anche nel futuro della nostra città ci dovrà essere un cambio di marcia».

Le tre associazioni ribadiscono il loro unanime pensiero a chiare lettere: «Basta consumo di suolo, basta ulteriori nuovi insediamenti di grande distribuzione o centri commerciali o comunque si definiscano. Recuperiamo e riqualifichiamo tutti gli spazi all’interno della città urbanizzata, anche per le attività commerciali. In questo modo le imprese del commercio, anche quelle di medie dimensioni, preferiranno sicuramente aprire i loro punti vendita all’interno dei quartieri, vicino alle persone».

Oltre a ringraziare Confedilizia per aver organizzato il convegno, Confcommercio, Confesercenti e CCN Centro Storico Grosseto concludono con un accorato appello: «Ci rivolgiamo, ancora una volta, agli amministratori che con la delibera del consiglio comunale del 5 agosto scorso, dopo l’approvazione della variante che ha previsto l’insediamento di una grande distribuzione in via Scansanese, hanno dichiarato ammissibili le richieste presentate da imprese della grande distribuzione per la realizzazione di altri insediamenti commerciali al di fuori della città urbanizzata, affinché le considerino non opportune. Attendiamo un cambio di rotta, altrimenti il collasso del commercio è alle porte».

 

Sempre informato con Maremma Oggi – Iscriviti ai canali Telegram e YouTube

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected