Colpo nella villa di un imprenditore, via con 3 pistole Skip to content

Colpo nella villa di un imprenditore, via con 3 pistole

I ladri hanno fatto saltare i cardini di un armadio blindato e della cassaforte: rubato anche un orologio d’oro del valore di diverse decine di migliaia di euro
L’armadio blindato aperto dai ladri

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA. Hanno tenuto probabilmente d’occhio la villa per qualche giorno, per assicurarsi di poter entrare e agire indisturbati. Hanno visto che nessuno, tranne il personale di servizio che andava a fare le pulizie la mattina, entrava nell’abitazione: la donna che per decenni aveva abitato lì, madre dell’imprenditore proprietario della villa, è deceduta due settimane fa e da allora la casa è rimasta vuota.

Poi, sono entrati in azione e dopo aver messo a soqquadro tutte le stanze sono scappati con tre pistole e 163 munizioni, oltre che con un orologio d’oro che vale alcune decine di migliaia di euro

Furto messo a segno nel pomeriggio

Il colpo è stato studiato fin nei minimi dettagli. Probabilmente i ladri sono entrati in azione mercoledì 25 gennaio, nel pomeriggio, approfittando del fatto che l’abitazione, dopo la morte della donna, era rimasta vuota. Prima hanno provato a forzare il portone blindato, poi, dopo aver spaccato la porta della cucina sono entrati all’interno. Hanno messo tutte le stanze a soqquadro, fermandosi soltanto dopo aver trovato, nello studio, l’armadio blindato. 

L’armadio blindato aperto

Lo hanno fatto saltare, così come hanno fatto poi con i cardini della cassaforte che si trovava dentro all’armadio. Cassaforte che già 8 anni fa era stata aperta con il frullino: allora però, le tre pistole che c’erano dentro, furono nascoste dai ladri sotto ai letti, per evitare che – nel caso in cui il proprietario fosse rientrato e gli avesse trovati dentro alla villa – fossero utilizzate. 

Questa volta sono state proprio quelle a sparire, insieme ai proiettili. Tre pistole, due semiautomatiche e un revolver

Nell’armadio blindato c’erano anche i fucili da caccia del padre dell’imprenditore che non sono stati toccati. È sparito invece un orologio d’oro, che era stato regalato all’uomo diversi anni fa e che vale diverse decine di migliaia di euro.

Sopralluogo dei carabinieri

Giovedì  26 gennaio, quando il personale di servizio è arrivato alla villa, ha trovato la porta spalancata e le stanze tutte a soqquadro. L’armadio blindato era nello studio, per terra. È stato dato immediatamente l’allarme ai carabinieri che sono intervenuti per fare un sopralluogo.

L’imprenditore ha sporto denuncia: oltre alle pistole e all’orologio, sembra non mancare altro.   

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati