Cinigiano, la Sani non si ricandida. C'è Luciano Monaci | MaremmaOggi Skip to content

Cinigiano, la Sani non si ricandida. C’è Luciano Monaci

La sindaca Romina Sani scioglie la riserva, no al terzo mandato. La sua area civica sceglie come candidato Luciano Monaci
Cinigiano, Romina Sani e Luciano Monaci
Cinigiano, Romina Sani e Luciano Monaci

CINIGIANO. Svolta nella corsa alle amministrative per il Comune di Cinigiano. La sindaca Romina Sani ha deciso di non ricandidarsi per un terzo mandato .

Al tempo stesso la componente civica di cui Romina fa parte presenterà come candidato alle elezioni Luciano Monaci, cinigianese doc ed ex presidente di Federcaccia.

«A scioglimento della riserva – dice Romina Sani – comunico che, dopo 15 intensissimi anni, 5 da assessore e 10 da sindaco, non sarò presente in veste di candidato alle prossime amministrative in calendario per il mese di giugno 2024».

Sani: «Una scelta ponderata»

«Una scelta ben ponderata e maturata nella consapevolezza che, vista la temporaneità dell’incarico, sia giunto il momento di lasciare spazio a persone nuove, e dedicare più tempo a me stessa e ai miei affetti».

«È stata una lunga e bellissima esperienza che ha arricchito il mio bagaglio di conoscenze e competenze. È stato bello fare per la collettività».

«Al mio posto si candida Luciano Monaci»

«Lascio con un animo sereno in quanto la persona chiamata a sostituirmi è assolutamente degna e meritevole, poiché possiede tutti i requisiti di preparazione e capacità che l’assunzione della carica richiede».

«Il buon cambio è rappresentato dal geometra Luciano Monaci, cinigianese, 68 anni, con lunga esperienza amministrativa, derivante dal ruolo di funzionario nell’amministrazione Provinciale di Grosseto, oltre che presidente provinciale per un ventennio di Federcaccia e attuale vicepresidente regionale della medesima federazione».

«Luciano sarà affiancato da una squadra composta da persone professionalmente e umanamente qualificate, oltre che adeguate all’impegno da assumere».

«Lascio con un’emozione difficile da nascondere, dovuta alla separazione, sia da quello di cui mi sono occupata con passione per molti anni sia dai meritevoli collaboratori, dipendenti e amministratori che, insieme alle persone che mi hanno dato fiducia, ringrazio con tutto il cuore».

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati