Chiude l’Istituto maremmano guardie giurate | MaremmaOggi Skip to content

Chiude l’Istituto maremmano guardie giurate

I 27 dipendenti continueranno a lavorare per la Rangers spa: l’accordo sottoscritto con Fisascat Cisl e Filcams Cgil. Saranno mantenuti gli stessi contratti e livelli di anzianità
L’ingresso della sede nel palazzo Cosimini

GROSSETO. Manterranno il proprio posto di lavoro, le medesime condizioni contrattuali, i livelli di anzianità e il Trf, i 27 dipendenti dell’Istituto maremmano guardie giurate (Imgg srl) che, dal mese di marzo entreranno in servizio per l’azienda Rangers Spa. Un risultato importante, definito e sottoscritto dalle due imprese con il sostegno di Fisascat Cisl e Filcams Cgil. 

«Abbiamo seguito – dicono Simone Gobbi, segretario generale di Fisascat Cisl Grosseto, e Pierpaolo Micci, segretario generale di Filcams Cgil Grosseto – il percorso che ha portato all’accordo tra le due imprese, che operano nel settore della vigilanza e dei servizi fiduciari, finalizzato all’affitto, con fini di riscatto, da parte della ditta Rangers dell’Istituto maremmano guardie giurate, e siamo soddisfatti degli accordi raggiunti che tutelano non solo il posto di lavoro dei 27 impiegati, ma anche le condizioni contrattuali attualmente in essere».

Salvi tutti i posti di lavoro

Il personale dell’Istituto maremmano guardie giurate, infatti, passerà sotto le dipendenze dell’azienda Rangers senza soluzione di continuità, vedendosi riconoscere l’applicazione del contratto collettivo nazionale per la vigilanza privata e i servizi fiduciari, l’anzianità di servizio, il trattamento di fine rapporto e tutte le condizioni economiche di miglior favore. 

«L’obiettivo, meritorio, delle due imprese e delle organizzazioni sindacali è stato quello di salvaguardare il livello occupazionale dei lavoratori – aggiungono Gobbi e Micci – e tramite la sottoscrizione dell’accordo firmato questo risultato è stato raggiunto». 

Dal mese prossimo, quindi, i 27 dipendenti continueranno il loro lavoro con un’altra azienda, andando ad aumentare l’organico della Rangers spa.

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati