Centinaia di dosi vendute a clienti fidati: maxi condanna Skip to content

Centinaia di dosi vendute a clienti fidati: maxi condanna

Il trentacinquenne chiedeva favori ai suoi clienti in cambio di cocaina: dovrà pagare una multa di 28.000 euro. Espiata la pena, sarà rimpatriato
Il tribunale di Grosseto

FOLLONICA. Aveva clienti fidati e ne aveva molti. Alcuni dei quali, nel corso di un paio di anni, hanno acquistato da lui centinaia di dosi di cocaina. Tutte confezionate in piccoli tagli, da 20 o 30 euro ciascuno. In questo modo – ne era certo – i carabinieri avrebbero fatto più fatica a scoprirlo. Ma così non è stato. 

Schede Sim in cambio di coca

Ali Sadik avrebbe cominciato a spacciare nella città del golfo, facendosi subito una bella clientela, a partire dal 2016. E in cinque anni avrebbe fatto arrivare a Follonica centinaia e centinaia di grammi di cocaina e hashish che qualche volta cedeva anche in cambio di favori. Per avere due schede sim a distanza di anni, in modo tale da cambiare utenza telefonica e non farsi scoprire. O per poter utilizzare il documento di identità di una ragazza per trasferire denaro alla sua famiglia in Marocco, attraverso un money transfer della città. 

Gli incontri avvenivano sempre dopo che il 35enne marocchino aveva preso accordi telefonici con i clienti, ai quali nel tempo, ha venduto anche trecento dosi di cocaina. 

Operai, professionisti, studenti, artigiani: erano tanti ed erano diversi i clienti dell’uomo, che incontrava in città dopo gli accordi presi al telefono. Fu attraverso uno di loro, un artigiano di Follonica, che l’anno scorso i carabinieri sono risaliti a Sadik e hanno scoperto la sua intensa attività di spaccio. I contatti telefonici tra i due erano stati frequenti, come le dosi vendute. L’uomo aveva spiegato ai militari che due volte a distanza di due anni, lo spacciatore gli aveva chiesto due schede Sim che l’uomo gli aveva comprato in cambio di cocaina.

Le indagini avevano quindi fatto risalire i carabinieri alla vera identità del trentacinquenne che a Follonica in molti conoscevano con il nome di Rachid. 

Quasi 30.000 euro di multa

Difeso dall’avvocato Alessandro Betti del foro di Siena, Sadik è stato processato in tribunale e giudicato dal giudice per l’udienza preliminare Sergio Compagnucci con il rito abbreviato. Il pm aveva chiesto una condanna a 8 anni e 35.000 euro  di multa. 

Sadik Ali dovrà scontare, con la diminuzione prevista dal rito scelto, sei anni di carcere e 28.000 euro di multa oltre al pagamento delle spese processuali e di mantenimento in carcere. 

Il trentacinquenne è stato anche interdetto in perpetuo dai pubblici uffici e – una volta espiata la pena – verrà rimpatriato. 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected