Castiglione si prepara alla rievocazione della via Crucis | MaremmaOggi Skip to content

Castiglione si prepara alla rievocazione della via Crucis

L’appuntamento è per il Venerdì Santo del 29 marzo. Oltre duecento i figuranti che sfileranno per le strade del borgo
Rievocazione storica drammatica della via Crucis. La crocefissione di Gesù a Castiglione della Pescaia

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA. Come lo scorso anno, la Curia di Castiglione della Pescaia con Don Paolo Gentili, ha programmato la via Crucis di Gesù Cristo: il Venerdì Santo 29 marzo, oltre 200 figuranti sfileranno per le vie cittadine e soprattutto nel borgo medioevale, dove sono previste diverse tappe.

Il via della rievocazione è alle 20.30 alla chiesa di San Giovanni Battista, nel borgo.

Il programma completo sarà svelato nei dettagli nei prossimi giorni, ma sostanzialmente la processione della rievocazione drammatica della Passione di Gesù, ricalcherà quella dello scorso anno. Parteciperà anche la parrocchia di Marina che sta organizzando un pullman.

Confermati gli “attori”

Non ci sono molti cambiamenti nel “cast” dei partecipanti: Mario Magliozzi sarà la voce narrante, Emanuele Montefalchesi interpreterà Gesù di Nazareth, Luca Armellini sarà San Pietro, mentre Massimo Berretti sarà Barabba. La consigliera comunale Jessica Biancalani sarà Maria Maddalena, mentre Gloria Rumeni interpreta la Madonna. Emma Magliozzi avrà il compito d’interpretare il “diavolo” (insieme ai ragazzi del dopo Cresima che faranno i diavoletti), mentre Marco Mengoni, della parrocchia di Madre Teresa sarà Giuda Iscariota e Bernardino Tartaglia sarà Ponzio Pilato. Ci saranno comunque anche personaggi nuovi.

La locandina della rievocazione storica della Via Crucis

Il programma della rievocazione

Ancora non sono stati svelati tutti i particolari, ma la scenografia preparata in forma certosina da don Paolo, prevede una rievocazione imponente.

Il via come detto dal piazzale della chiesa di San Giovanni Battista per l’ultima cena. La seconda scena è stata prevista nel giardino del Castello (grazie alla famiglia Barabino, sempre disponibile) per l’orazione nell’orto dei Getsemani, dove Gesù si ritirò prima di essere tradito da Giuda e arrestato. Poi in piazza Solti per il processo e la condanna di Gesù. Poi si scende dal borgo medioevale verso il centro, e all’incrocio di via Montebello e via Celso Camaiori la prima “caduta” di Gesù con la croce. In via San Benedetto Po l’arrivo dei soldati romani a Cavallo che trainano i due ladroni. Infine l’impiccagione all’ingresso del cancello parrocchiale di Giuda Iscariota nel piazzale di Santa Maria Goretti (a supervisionare ci saranno i vigili del fuoco) e la crocifissione di Gesù sul “Golgotha”, con le tre croci che sempre lo scorso anno fecero discutere, che sono rimaste nel campo adiacente alla chiesa. La rievocazione drammatica si concluderà nel salone San Francesco con la resurrezione e un nuovo Gesù Cristo interpretato da Giuliano Alasia.

Una navetta per raggiungere il castello

Il Comune, come lo scorso anno, ha messo a disposizione una navetta, gratuita, per raggiungere il castello, con partenza dal piazzale della chiesa di Santa Maria Goretti, dalle 19.15. Necessaria la prenotazione al numero 3341415167.  

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati