Castiglione ospita il Campionato italiano di tiro con l’arco da caccia | MaremmaOggi Skip to content

Castiglione ospita il Campionato italiano di tiro con l’arco da caccia

Teatro della gara la collina di Val delle Cannucce. In arrivo oltre 250 arcieri da tutta Italia
Tiro con l'arco da caccia
Tiro con l’arco da caccia

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA. Per la pima volta Castiglione della Pescaia sarà la sede del Campionato italiano individuale di tiro con l’arco da caccia, giunto alla 9° edizione.

A organizzare l’evento in questo fine settimana del 23 e 24 settembre è l’Asd Gli Arcieri del Tiburzi. La gara è inserita nell’ambito delle Giornate europee dello sport promosse dal Comune di Castiglione, e dal Coni regionale Toscana che hanno dato il loro patrocinio.

Logo Campionato Italiano a Castiglione della Pescaia

Il campionato vede già 250 iscritti, che arrivano da tutta Italia e nell’occasione sono stati predisposti dei pacchetti turistici gratuiti per visitare i punti di maggiore interesse del comprensorio di Castiglione della Pescaia. In collaborazione con Poste Italiane e con il circolo filatelico “Giorgio Rotoloni”, ci sarà uno speciale annullo filatelico.

La logistica

Per quanto riguarda invece gli aspetti ricettivi, molta attenzione ha avuto la questione parcheggi, dato che quelli esistenti non saranno sufficienti ad accogliere tutti. È stata riservata un’area ah hoc per la sosta, ad esclusivo uso degli atleti, che potranno raggiungere i campi di gara utilizzando un servizio navetta. E per raggiungere il luogo dell’accreditamento e delle premiazioni finali (piazza Orto del Lilli) tramite Google Maps basterà digitare “Parcheggio Arcieri Campionato Italiano” e “Accreditamento Arcieri”.

I campi di gara

Un bersaglio da centrare nel bosco a Castiglione della Pescaia

Sono due campi di gara dei Campionati italiani: uno dedicato alla tipologia “Hunter” – Tecnologici; e il secondo alla tipologia “Caccia e Tiro” – Tradizionali.

L’area boschiva è a Val della Cannucce su un percorso complessivo di circa 2 chilometri, e ogni campo avrà 24 postazioni di tiro. Le gare di domenica 24 vedranno l’inversione delle categorie di archi: sul campo 1 gli “Hunter” – Tradizionali e sul campo 2 quelli da “Caccia e Tiro” – Tecnologici.

La locandina del campionato italiano

I giudici di gara

La delegata federale Chiara Pagliarin farà da regia alla manifestazione, mentre lo staff degli ufficiali di gara è composto da Luciano Roscini, Luigi Daneluzzo, Massimiliano Pagliai, Giuseppe Demi e Massimiliano Centola.

Tutti gli aggiornamenti sull’andamento della kermesse tricolore potranno essere seguiti sul sito della Compagnia organizzatrice – www.asdgliarcierideltiburzi.it – e sulle pagine Facebook “Campionato Italiano Individuale Fidasc” e “Gli Arcieri del Tiburzi”.

«Un grande impegno che ripaga il nostro lavoro»

Il presidente dell’Asd Gli Arcieri del Tiburzi, Luciano Roscini è decisamente soddisfatto. «Quando iniziammo a parlare dell’organizzazione di un evento del genere, già il presidente Aldo Paradisi ne era entusiasta – ricorda Roscini  – e per ricordare la figura di Aldo scomparso troppo presto, abbiamo voluto portare avanti questo progetto. Preparare un Campionato italiano non è stato semplice, ma la crescita del nostro campo di gara è stata riconosciuta ai massimi livelli e questo è un altro motivo d’orgoglio. I ringraziamenti sono doverosi all’amministrazione che ci ha sempre supportato, e a tutti gli amici che ci danno una mano».

La sindaca Nappi: «Sport volano del turismo»

Soddisfatta anche la sindaca Elena Nappi. «Abbiamo ricevuto il passaggio di consegne per l’organizzazione di questi campionati italiani Fidasc nel nostro territorio comunale – dice la sindaca Nappi– lo scorso anno a Bevagna, quando l’8° edizione è stata vinta dalla nostra Chiara Pagliarin, e cederemo il testimone a Chioggia per la prossima edizione. Siamo molto orgogliosi di poter ospitare una manifestazione sportiva così importante».

«Perché significa non solo valorizzare le nostre tradizioni e diffondere questa pratica sportiva, ma anche far conoscere le meraviglie dei nostri boschi e del nostro territorio – sottolinea -attraverso alcune visite guidate che abbiamo programmato per gli accompagnatori degli arcieri in gara che arrivano da diverse regioni italiane. E consiste proprio in questo la grande forza dello sport, diventare volano per il turismo fuori dalla stagione estiva».

Il coordinatore Nazionale Fidasc Rossi: «Castiglione posto fantastico per un campionato italiano»

«La Fidasc – commenta il coordinatore nazionale della disciplina tiro con l’arco da caccia Paolo Rossi– ringrazia il sindaco e tutta l’amministrazione per averci dato la possibilità di svolgere questo 9° Campionato Italiano individuale di tiro con l’arco in una stupenda location che è Castiglione della Pescaia. Personalmente, come Coordinatore Nazionale, ho già visionato la preparazione dei campi di tiro»

«La professionalità dell’ Asd Gli Arcieri del Tiburzi si è fatta notare anche in questa occasione – precisa – i campi hanno una vegetazione stupenda e giochi di luce che cambiano da piazzola a piazzola, tiri veramente tecnici all’altezza di un Campionato Italiano. La passione e l’impegno di coloro che hanno creato questi campi si percepisce appena si entra. Ringrazio tutti per l’impegno, e vi faccio arrivare i saluti anche dal nostro presidente Felice Buglione».

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati