Il caso-carburanti: stesse aziende, ma a Grosseto prezzi più bassi Skip to content

Il caso-carburanti: stesse aziende, ma a Grosseto prezzi più bassi

Nel capoluogo i prezzi sono più bassi di 5-15 centesimi al litro, è l’effetto di Gdo e pompe bianche. Ma i grossisti sono gli stessi
Caso-carburanti: distributori a Grosseto
Caso-carburanti: distributori a Grosseto

GROSSETO. Chi vive e lavora a Grosseto spende, per rifornirsi, mediamente dai 5 ai 15 centesimi meno al litro rispetto alle altre zone della Maremma. Sia per il gasolio, che per la benzina, con il gasolio che mantiene quasi ovunque prezzi più alti della super. 

Dopo lo stop al taglio governativo sulle accise, la rilevazione di questi primi giorni dell’anno parla chiaro: in alcune zone della Maremma, ma non a Grosseto, il gasolio sfiora i due euro al litro.

Eppure, più o meno, tutte le pompe si riforniscono attraverso i soliti canali, dai soliti grossisti e il prezzo all’origine non ha variazioni poi così importanti da pesare al consumatore finale. A influenzarlo, come in tutta Italia, è il prezzo del petrolio, ma questo dovrebbe dare gli stessi prezzi più o meno in tutta la provincia.

Invece la Maremma va a diverse velocità.

Caso-carburanti. Effetto pompe bianche e Gdo

Nel capoluogo probabilmente le pompe bianche, cioè quelle senza logo delle grandi aziende nazionali e internazionali, e le pompe della Gdo (Conad e Coop, ora Levante, ma le politiche dei prezzi sono le stesse), con una politica dei prezzi “aggressiva”, quindi con margini ridotti, e con la flessibilità di poter variare giorno per giorno i prezzi in base al costo di acquisto, hanno costretto tutti a ritoccare i prezzi verso il basso.

Insomma, un effetto partito da alcuni ma, come si vede bene dalla tabella qui sotto, un effetto che si è trasmesso anche agli altri.

Nelle altre zone della Maremma i prezzi sono mediamente più alti.

E se questo può avere un senso nei distributori sull’Amiata, dove i costi di trasporto incidono di più, non si capisce perché a Follonica-Scarlino o Orbetello-Argentario le stesse sigle abbiano prezzi che vanno dai 10 ai 15 centesimi in più.

Anche in questo caso vale la tabella, realizzata con i dati ufficiali del ministero.

 

LEGGI ANCHE

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected