Boom di lettori in biblioteca | MaremmaOggi Skip to content

Boom di lettori in biblioteca

Oltre 20 mila prestiti e più di 500 nuove tessere: ecco il bilancio 2023 della Biblioteca della Ghisa. Sono stati 15.081 i cittadini e le cittadine che hanno varcato la porta d’ingresso, studiando, consultando volumi e leggendo all’interno delle sale lettura
Un’iniziativa in biblioteca

GROSSETO. Nell’anniversario del centesimo compleanno del Comune, la biblioteca della Ghisa di Follonica ha tracciato un ottimo bilancio dell’attività svolta nel 2023. Sono stati 15.081 i cittadini e le cittadine che hanno varcato la porta d’ingresso, studiando, consultando volumi e leggendo all’interno delle sale lettura. Non solo: nell’anno che si è da poco concluso sono state rilasciate 501 nuove tessere e i prestiti in totale sono stati 20.095, di cui 1.235 dvd.

La biblioteca della Ghisa è inoltre molto attiva per quanto riguarda laboratori, mostre e corsi. Tutte attività organizzate dal personale e da professionisti qualificati.

Tante attività per grandi e piccini

«Un ringraziamento va espresso al personale che con impegno ed entusiasmo si dedica alla promozione della lettura e della cultura nella nostra città – dice il sindaco Andrea Benini – e un ringraziamento speciale anche a chi è andato in pensione quest’anno e che ha dato alla biblioteca professionalità e passione».

«La biblioteca della Ghisa è un luogo aperto, attivo e partecipato – dice l’assessora alle politiche culturali Barbara Catalani – siamo molto orgogliosi del lavoro svolto e dal servizio reso alla cittadinanza. Le attività per i bambini e le bambine vengono portate avanti mese per mese con passione e dedizione, fornendo un servizio utilissimo per le famiglie. Inoltre, viene costantemente alimentato anche il programma delle letture e delle presentazioni di libri, con eventi legati al teatro».

Il 2023 ha poi visto anche attività particolari, con aperture straordinarie dei sotterranei e visite guidate. Da annoverare tra gli eventi più apprezzati del 2023 è il progetto artistico del fotografo Masiar Pasquali, che nei sotterranei ha portato un’installazione sonora con 100 racconti di 100 persone che hanno intrecciato la propria vita con Follonica. “Topografia sensoriale partecipata”, questo il titolo del progetto, attraverso tanti voci ha permesso di dipingere un affresco della città, dei suoi luoghi pubblici e privati, scomparsi o trasformati nel tempo, veramente avvincente.

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati