Benessere animale: salute e opportunità | MaremmaOggi Skip to content

Benessere animale: salute e opportunità

Una conferenza che riunisce tutto il settore, per parlare del sistema Classyfarm e delle nuove prospettive per l’allevamento
Una parte della locandina dell’evento

GROSSETO. Animali e Maremma. Un binomio storico e inscindibile allo stesso tempo. Il 6 ottobre è in programma un convegno per parlare di allevamenti, di come tutelare gli animali e la salute dei consumatori

Promossa da Cia Agricoltori, la conferenza dal titolo “Il benessere animale. Normativa, obblighi, opportunità” è un’occasione per tutto il settore di fare il punto sull’orizzonte normativo e sulle varie opportunità che offre.

La sede della conferenza, non a caso, è quella del Consorzio Produttori Latte Maremma (via Scansanese 150).

L’evento inizia alle 9.30 con la registrazione dei partecipanti. Apre i lavori Cia Agricoltori, con i saluti del presidente Claudio Capecchi.

Per partecipare è necessario iscriversi al link: https://form.jotform.com/222575215145351 

Un aggiornamento necessario per il settore

«Le aziende dovranno rispettare delle normative in parte già stabilite. Il sistema di categorizzazione “Classyfarm” riguarda anche il benessere animale. Tra le misure che chiede l’Ue c’è anche quella di ridurre il numero di medicinali utilizzati. Abbassare ad esempio l’utilizzo di antibiotici in campo zootecnico, significa carni e prodotti più salutari. Si parla di scelte che coniugano salute ed etica», spiega Capecchi.

Il sistema Classyfarm riguarda tutti gli allevatori. «Ci sarà da fare attenzione – dice Capecchi – perché dalla situazione aziendale poi saranno tirati fuori dei valori, che andranno a comporre delle graduatorie. Rimanere o meno in queste graduatorie significa per le aziende ricevere o meno i contributi».

Gli interventi in programma

Tra i relatori della conferenza, Gennaro Giliberti, dirigente Regione Toscana produzioni agricole, vegetali e zootecniche. Suo l’intervento che tratta della zootecnia toscana e delle sfide future, del benessere animale, di sostenibilità e resilienza ai cambiamenti climatici.

Il Psr 2014-2022 con la misura che parla de benessere animale viene analizzato da Francesca Maria Cappè (Regione Toscana, sviluppo patrimonio zootecnico). 

Giovanni Brajon invece, dirigente veterinario, parla delle esperienze sperimentali del nuovo sistema “Classyfarm”.

A corollario, le prospettive per gli allevatori saranno descritte da Claudio Bressanutti (Direttore Arat). 

Le conclusioni sono affidate a Valentino Berni (presidente Cia Toscana)

Informazioni

Per ulteriori informazioni è possibile contattare Cia Agricoltori Grosseto

Via Monte Rosa 182 – 58100 Grosseto
Telefono : 0564452398 Whatsapp : 3351219245
mail grosseto@cia.it


ARTICOLO SPONSORIZZATO

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati