L'azoto, il gas che risolve i problemi. La rivoluzione di Noxerior | MaremmaOggi Skip to content

L’azoto, il gas che risolve i problemi. La rivoluzione di Noxerior

Dall’industria alimentare alla filiera del vino, dal taglio dei metalli alle auto: l’azoto è un gas inerte che si presta a molte applicazioni. E con Noxerior la tecnologia per generarlo è made in Grosseto
I generatori di azoto della Novair Noxerior Gas System
I generatori di azoto della Novair Noxerior Gas System

GROSSETO. Non è da tutti vendere aria e diventare un’eccellenza mondiale. Eppure, grazie ad un know-how eccezionale e interamente “made in Grosseto”, Novair Noxerior Gas System ci è riuscita, anno dopo anno, costruendo una realtà solida, punto di riferimento in tutto il mondo per l’applicazione dei gas che, appunto, compongono l’aria. In particolare, azoto e ossigeno.

Noi l’aria la respiriamo, è una risorsa praticamente infinita, Novair Noxerior Gas System la trasforma, separando i gas che si prestano a infinite applicazioni.

E, soprattutto, mettendoli a disposizione con generatori di piccole dimensioni, piccoli, compatti e modulari, che eliminano lo stoccaggio in grandi serbatoi o bombole ad alta pressione e il trasporto su gomma. In poche parole, consentendo un forte risparmio e una sicurezza maggiore e assoluta, strizzando l’occhio all’ambiente.

L’aria che respiriamo è composta principalmente dai seguenti gas in percentuali approssimative:

  • Azoto (N2): Circa il 78% dell’aria è costituito da azoto.
  • Ossigeno (O2): Circa il 21% dell’aria è costituito da ossigeno.
  • Argon (Ar): Costituisce circa lo 0,93% dell’aria.
  • Anidride carbonica (CO2): Presente in tracce, solitamente intorno allo 0,04%.
  • Neon, elio, cripto e xeno: Questi gas nobili sono presenti in tracce, costituendo insieme meno dello 0,01% dell’aria.

L’azoto, un gas quasi magico. Un’infinità di applicazioni

L’azoto trova un’ampia gamma di applicazioni in diversi settori grazie alle sue proprietà chimiche e fisiche. È un gas che risolve i problemi, come Mr Wolf di Pulp Fiction.

I generatori di azoto Noxerior in produzione a Grosseto
I generatori di azoto Noxerior in produzione a Grosseto

Ecco alcuni campi di applicazione dell’azoto:

Industria Alimentare:

  • Congelamento e conservazione di alimenti.
  • Atmosfere controllate negli imballaggi per prevenire l’ossidazione.
  • Enologia, produzione birra, oleifici.

Elettronica e semiconduttori

  • Utilizzato come gas inerte durante la produzione di semiconduttori e la saldatura elettronica.

Industria chimica:

  • Gas inerte per prevenire reazioni indesiderate.
  • Utilizzato nella produzione di ammoniaca e altri composti azotati.

Produzione di acciaio:

  • Impiegato come gas di purga per eliminare l’ossigeno durante la produzione dell’acciaio.
  • Trattamenti termici.
  • Taglio laser su tutti i metalli.
  • Stampa 3D con metalli.

Industria farmaceutica:

  • Conservazione di farmaci e materiali sensibili all’ossidazione.
  • Utilizzo in alcune fasi di produzione farmaceutica.

Produzione di energia:

  • Utilizzato nei processi di stoccaggio e trasporto di energia come refrigerante.
  • Utilizzato come gas inerte nelle stazioni di biometano.

Ricerca scientifica:

  • Utilizzato nei laboratori come gas inerte o criogenico per vari scopi.

Industria del petrolio e del gas:

  • Utilizzato come inerte nel processo di estrazione del petrolio e del gas naturale.

Agricoltura:

  • Trattamenti post-raccolta per prolungare la freschezza degli alimenti, in primis i cereali stoccati.

Industria dell’automobile:

  • Impiegato nella produzione di airbag, nel post saldatura di parti metalliche, nelle schede elettroniche e nello stampo delle plastiche, oltre al gonfiaggio gomme e l’incollaggio della fibra di carbonio.

Settore aerospaziale:

  • Utilizzato nei sistemi di controllo termico di satelliti e veicoli spaziali, nel sistema pneumatico, nella strumentazione degli aerei (gas secco), nel gonfiaggio gomme.

L’azoto nell’industria alimentare 

L’azoto ha diversi utilizzi nel campo alimentare, ma in parole semplici, ecco alcune delle sue principali applicazioni, fondamentali per una larga fetta dell’economia maremmana.

  • Imballaggi in azoto: viene utilizzato per creare un ambiente inerte all’interno degli imballaggi alimentari. Sostituendo l’aria con l’azoto, si rallenta il processo di ossidazione e deterioramento degli alimenti, contribuendo a mantenerli freschi più a lungo.
  • Produzione di alimenti pronti:  può essere utilizzato per creare atmosfere controllate durante la produzione di alimenti pronti. Questo aiuta a preservare la freschezza e a estendere la durata di conservazione dei prodotti fino anche a 100 volte.
  • Impiego nei processi di produzione:  può essere coinvolto in vari processi di produzione alimentare, come ad esempio nella produzione di bevande gassate, dove viene utilizzato per creare bollicine evitando l’ossidazione.

In sintesi, l’azoto svolge un ruolo importante nel preservare la freschezza degli alimenti, nel migliorare i processi di produzione e nella conservazione a lungo termine di vari prodotti alimentari che senza di esso avrebbero una vita molto breve.

L’azoto nella produzione del vino

Ma, in particolare, nella produzione del vino l’azoto riveste un’importanza strategica, principalmente per preservare la qualità del vino e proteggerlo da processi indesiderati.

L’utilizzo dell’azoto in enologia si basa sulla sua capacità di creare un ambiente inerte e di minimizzare l’ossidazione, contribuendo a preservare i profumi, i sapori e la stabilità del vino. Queste pratiche sono particolarmente importanti per i vini che richiedono una lunga conservazione o che sono sensibili all’ossidazione.

Ecco alcuni modi in cui l’azoto può essere impiegato nella produzione del vino:

  • Raccolta e pigiatura: durante la fase di raccolta dell’uva e la pigiatura, l’azoto può essere utilizzato per ridurre l’ossidazione del mosto. Questo aiuta a preservare i caratteri organolettici desiderati e a prevenire l’insorgenza di difetti nel vino.
  • Vinificazione in ambiente inerte: può essere impiegato per creare un ambiente inerte durante la vinificazione, specialmente in fase di fermentazione e conservazione. Questo riduce il contatto del vino con l’ossigeno, aiutando a prevenire l’ossidazione prematura e la formazione di composti indesiderati.
  • Conservazione e imbottigliamento: prima dell’imbottigliamento, l’azoto può essere utilizzato per eliminare l’ossigeno dall’ambiente nella bottiglia. Questo aiuta a mantenere la freschezza e la stabilità del vino nel tempo. Inoltre, può essere utilizzato durante il processo di tappatura per ridurre il rischio di ossidazione.
  • Spumantizzazione: nella produzione di vini spumanti, come lo Champagne, l’azoto può essere utilizzato per spingere fuori l’aria dalla bottiglia prima della chiusura con il tappo a corona o il tappo a fungo. Questo contribuisce a mantenere la pressione all’interno della bottiglia e a preservare l’effervescenza.
  • Conservazione del vino aperto: per i vini aperti, l’azoto può essere impiegato per creare uno strato protettivo sopra il vino nella bottiglia, riducendo così il contatto con l’ossigeno (ossidazione) e prolungando la freschezza del vino, sia in bottiglia che nelle cisterne.
Installazione di generatori di azoto in una grande azienda di produzione di vino
Installazione di generatori di azoto in una grande azienda di produzione di vino

Sette motivi per scegliere i generatori di azoto

Federico Guidarelli è l’amministratore delegato di Novair Noxerior Gas System. Dalla sede di via Genova dell’azienda, a Grosseto, dove si producono i generatori di azoto (e di ossigeno) destinati a 130 paesi nel mondo, spiega i vantaggi della loro tecnologia.

Una tecnologia che fa risparmiare e rispetta l’ambiente. E che azzera i problemi associati alla consegna dell’azoto liquido o in bombola.

Federico Guidarelli, amministratore delegato della Novair Noxerior Gas System
Federico Guidarelli, amministratore delegato della Novair Noxerior Gas System

«Tutti i clienti che hanno effettuato il passaggio all’autoproduzione tramite il nostro generatore di azoto oltre a risultati notevoli (tutti documentati), non solo hanno tagliato le loro spese, ma hanno anche ridotto drasticamente il loro impatto ambientale. Non vendiamo generatori ma vendiamo soluzioni per le vostre necessità».

«Ci sono almeno 7 motivi per passare all’autoproduzione utilizzando i nostri generatori di azoto:

  1. Costi di produzione: Abbatti i costi di consegna e logistica; dici addio alle costose consegne del gas. Il nostro generatore produce e fornisce il gas direttamente sul posto trasformandolo dall’aria compressa che respiriamo eliminando la necessità di spese di trasporto.
  2. Azoto illimitato: una fornitura ininterrotta di azoto ogni volta che ne hai bisogno. Non dovrai più aspettare le consegne o rimanere senza gas nei momenti critici. Il cliente diventa indipendente da tutto e da tutti.
  3. Sicurezza: riduci i rischi legati al trasporto, alla movimentazione e lo stoccaggio di gas liquidi o in bombole ad alta pressione in azienda. Il nostro generatore di azoto lavora a bassa pressione partendo dall’aria che respiriamo e regolando la pressione e portata in uscita in funzione delle vostre esigenze.
  4. Riduzione degli spazi: il nostro sistema è super compatto può essere installato in locali chiusi o all’interno di container o strutture già esistenti e le aziende non devono più prevedere piazzali o locali tecnici per la consegna e la movimentazione del gas tramite camion cisterna.
  5. Cresci nel tempo: Con il nostro sistema modulare brevettato puoi aumentare la portata del generatore anche dopo 10 anni dall’acquisto e puoi farlo direttamente da solo, sul posto in base alle tue esigenze senza dover sostituire o permutare il tuo vecchio generatore.
  6. Garanzia: 24 mesi di garanzia senza costi aggiuntivi per il cliente.
  7. Efficienza: il nostro sistema è efficiente, permettendoti di pagare solo per l’azoto che consumi effettivamente. Niente più ordini eccessivi o sprechi o pagamenti anticipati di gas. Questo non solo consente di risparmiare denaro, ma risparmia anche energia e riduce l’impronta di carbonio associata alla produzione e al trasporto di azoto».

Se siete pronti a trasformare le vostre aziende, ridurre i costi e diventare più responsabili dal punto di vista ambientale, contattate la Novair Noxerior Gas System per scoprire in che modo i  generatori di azoto possono apportare vantaggi alle vostra aziende.




NOVAIR NOXERIOR GAS SYSTEMS

Via Genova n. 5, 58100 Grosseto, Italy
Phone: +39 (0564) 45 80 41/4

LOGO NOXERIOR
 




Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati