Arrivano altri 60 stalli rosa. Senza permesso scatta la multa | MaremmaOggi Skip to content

Arrivano altri 60 stalli rosa. Senza permesso scatta la multa

Stalli rosa per donne in gravidanza e madri di bimbi fino a 2 anni, pubblicato il regolamento. Chi può avere i permessi e come fare
60 nuovi stalli rosa in città, qui quello di piazza Albegna

GROSSETO. Delle novità introdotte dal Comune di Grosseto sugli stalli rosa, in sostanza i parcheggi per le donne in gravidanza e le madri con i figli fino a 2 anni di età, si parla da giorni, sono state approvate in uno degli ultimi consigli comunali del 2023.

Ora dal Comune arrivano ulteriori dettagli: il regolamento per ottenere i permessi per utilizzarli, senza i quali adesso si prende la multa, e l’ordinanza per la realizzazione di altri 60 parcheggi rosa, in altrettante strade della città.

Stalli rosa, il nuovo articolo del codice della strada. Multe da 87 a 344 euro

La normativa degli stalli rosa, dallo scorso 15 ottobre, è cambiata. In precedenza, dal 30 novembre 2011 quando sono stati istituiti i primi stalli rosa a Grosseto, lasciarli liberi era un gesto di gentilezza e nulla più. Chi parcheggiava senza averne titolo, non rischiava nulla. Ora il settore è stato disciplinato.

La materia è stata introdotta nel codice della strada, con l’articolo 188 bis.

  1. Per la sosta dei veicoli al servizio delle donne in stato di gravidanza o di genitori con un bambino di età non superiore a due anni gli enti proprietari della strada possono allestire spazi per la sosta, mediante la segnaletica necessaria, per consentire ed agevolare la mobilità di tali soggetti secondo le modalità stabilite nel regolamento.
  2. Per usufruire delle strutture di cui al comma 1, le donne in stato di gravidanza o i genitori con un bambino di età non superiore a due anni sono autorizzati dal comune di residenza, nei casi e con le modalità, relativi al rilascio del permesso rosa, stabiliti dal regolamento.
  3. Chiunque usufruisce delle strutture di cui al comma 1, senza avere l’autorizzazione prescritta dal comma 2 ((, o ne fa uso improprio)) è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 87 a euro 344.
  4. Chiunque, pur avendone diritto, usa delle strutture di cui al comma 1 non osservando le condizioni ed i limiti indicati nell’autorizzazione prescritta dal comma 2, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 42 a euro 173.

Stalli rosa, il regolamento del Comune di Grosseto

Il Comune, quindi, ha redatto un regolamento per gli stalli rosa.

Ecco, nei punti principali, cosa prevede il regolamento.

Possono sostare nelle aree riservate esclusivamente i soggetti muniti di idoneo permesso “contrassegno rosa”.

Per il solo Comune di Grosseto, possono chiedere il rilascio del predetto permesso i soggetti che presentano il possesso dei seguenti requisiti soggettivi:
a) essere donna residente nel Comune di Grosseto, ed in fase di gestazione o di puerperio sino al compimento dei due anni del bambino;
b) essere genitore residente nel Comune di Grosseto, di un bambino di età non superiore a due anni.
Per ogni nascita (anche in caso di parto gemellare o plurigemellare), ai beneficiari come sopra individuati, verrà rilasciato un solo contrassegno “Permesso Rosa” associabile ad un massimo di due autovetture.

Lo stallo rosa di piazza Albegna
Lo stallo rosa di piazza Albegna

Il permesso rosa dovrà essere esposto ogni qual volta si utilizzeranno gli stalli “rosa” riservati, avendo cura di posizionarlo in maniera tale da permettere da parte degli addetti il controllo della
sosta, evidenziando il lato con la data di scadenza dello stesso; congiuntamente al permesso dovrà essere indicata, tramite apposito dispositivo, l’orario d’inizio della sosta.

Il permesso rosa consente infatti la sosta nelle aree riservate per un tempo limitato regolamentato dalla relativa ordinanza dirigenziale (60 minuti, ndr) di istituzione degli stalli in oggetto, al fine di tutelare il diritto di ciascuno di usufruire del beneficio.

Il permesso non autorizza alla sosta gratuita nei posteggi contrassegnati dalla segnaletica orizzontale di colore blu (strisce blu); l’agevolazione è infatti prevista solamente negli stalli rosa, ancorché collocati in aree soggette a pagamento.

La fruizione del permesso in oggetto è tassativamente legata alla presenza del minore (nel caso di domanda effettuata da genitore con prole inferiore a due anni), condizione indispensabile affinché anche i legittimi titolari ne possano beneficiare.

La distribuzione dei permessi rosa è a carico di Sistema, vanno presentati alcuni documenti, come indicato nel regolamento.

SCARICA QUI IL REGOLAMENTO COMPLETO

Arrivano 60 nuovi stalli rosa a Grosseto

L’ordinanza che istituisce i 60 nuovi stalli rosa stabilisce anche che sono utilizzabili dalle 7,30 alle 20 per un massimo di 60 minuti. Quindi, oltre al permesso rosa, va esposto il disco orario.

Sistema, la società in house del Comune, ne deve realizzare 60 in tutto, un po’ in tutta la città.

Nell’ordinanza sono indicate le vie e i posizionamenti precisi.

SCARICA QUI L’ORDINANZA CHE ISTITUISCE 60 STALLI ROSA

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati