Anche Grosseto e Paganico hanno il loro palio. Ma sull'Ombrone | MaremmaOggi Skip to content

Anche Grosseto e Paganico hanno il loro palio. Ma sull’Ombrone

Ecco Vivi fiume Ombrone 2024 il 6 e il 7 aprile, un palio rafting. Previsti anche il trekking e la mountain bike, con percorsi dedicati a questi sport
Vivi fiume Ombrone 2024 è il 6 e il 7 aprile, sarà un palio rafting. I presenti alla conferenza stampa
Vivi fiume Ombrone 2024 è il 6 e il 7 aprile, sarà un palio rafting. I presenti alla conferenza stampa

GROSSETO. Sabato 6 e domenica 7 aprile arrivano il palio di navigazione “Vivi fiume Ombrone 2024” e una serie di eventi dedicati allo sport, che punta a destagionalizzare il turismo nella provincia di Grosseto e a rendere il fiume grossetano un punto di ritrovo per tutti. 

Durante le due giornate sarà possibile navigare nell’Ombrone e fare dei percorsi dedicati alla mountain bike e al trekking. Sono eventi dedicati a chi ha già fatto questi sport, è necessario portare la propria attrezzatura e non ci saranno luoghi in cui noleggiare l’occorrente.

«Questa manifestazione sportiva è per chi sa già muoversi in queste attività, anche se non ha molta esperienza – dice Maurizio Zaccherotti, responsabile nazionale Acquaviva Uisp – perché potrebbero diventare sport pericolosi».

Il palio rafting

Il palio inizia nel pomeriggio di sabato 6 aprile a Paganico e si sfideranno 4 Comuni: Grosseto, Cinigiano, Civitella Paganico e Campagnatico.

«Il nostro obiettivo è quello di vivere di più il fiume attraverso delle iniziative sportive – dice Zaccherotti – Le squadre sono composte sia da uomini che da donne, senza limiti d’età, e sono selezionati dalla Pro Loco del paese».

«La finalissima sarà a 3: faremo una sfida anche fra le due squadre che hanno perso le prime due gare e la vincitrice gareggerà insieme alle due vincitrici domenica 7 aprile, sulle sponde dell’Ombrone a Grosseto – continua – I vincitori assoluti parteciperanno a un torneo con altre squadre italiane di navigazione sul fiume».

Il drappo del palio di Grosseto disegnato da Daniele Papini

Molto soddisfatti anche i Comuni che partecipano al palio.

«Siamo molto felici di questa competizione, perché in un certo senso ritroviamo il fiume, che è un mezzo di unione, come lo era nelle civiltà antiche – dice Riccardo Megale, assessore al turismo del comune di Grosseto – Proviamo a reintrodurre l’Ombrone nella vita dei cittadini, naturalmente rispettandolo».

Spesso le istituzioni parlano di destagionalizzare il turismo. «È importante sostenere attività di questo tipo per richiamare i turisti nelle nostre zone – dice la sindaca di Paganico, Alessandra Biondi – e ho sempre visto nei fiumi del nostro territorio una ricchezza e un’opportunità da usare con rispetto».

Navigazione, mountain bike e trekking

Le giornate del palio iniziano con delle attività dedicate a tutti gli appassionati della navigazione in fiume, della mountain bike e del trekking, ma i percorsi proposti non sono dedicati a chi non ha mai fatto questi sport.

«È necessario portare la propria attrezzatura, per evitare che chi non è mai salito su un gommone possa entrare in acqua, perché potrebbe diventare pericoloso – dice Zaccherotti – Ma un percorso di trekking, quello da 2,5 chilometri, può essere fatto da tutti».

È possibile iscriversi ai percorsi sabato 6 aprile alle 10 alla Casa del fiume di Paganico, in via Giacomo Matteotti, mentre a Grosseto, il 7 aprile, è possibile iscriversi in via dei Barberi alle 9.

Ecco i programmi

Sabato 6 aprile:

  • Iscrizioni dalle 10 alle 11;
  • navigazione in fiume: verso le 11.30 imbarco è sotto il ponte del Cipressino di Paganico;
  • trekking: partenza, dopo l’iscrizione, da Paganico, il percorso è di circa 9,5 chilometri e l’arrivo è a Campagnatico. Il secondo percorso è di 2,5 chilometri e la partenza è a Sasso d’Ombrone e l’arrivo sulla sponda dell’Ombrone;
  • mountain bike: partenza e arrivo a Paganico;
  • pasti: assaggio di prodotti tipici gratuito a Paganico e Sasso d’Ombrone ed è possibile pranzare e cenare alla Proloco di Paganico a un costo di 10 euro a pasto.

Domenica 7 aprile:

  • Iscrizioni dalle 9 alle 9.30;
  • navigazione in fiume: l’imbarco è in località San Martino ponte mura verso le 10;
  • trekking: un percorso da 7,5 chilometri con partenza e arrivo a Grosseto;
  • mountain bike: il percorso è di circa 30 chilometri e la partenza e l’arrivo sono al parcheggio del centro commerciale le Palme;
  • pasti: su prenotazione c’è un buffet gratuito all’istituto alberghiero Isis Leopoldo di Lorena.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati