Amori sui generis: boom di partecipanti | MaremmaOggi Skip to content

Amori sui generis: boom di partecipanti

La giuria della IV edizione del Premio nazionale “Città di Grosseto Amori sui generis” avrà un gran da fare: i finalisti saranno resi noti in ottobre
Una foto durante la premiazione 2021

GROSSETO.  Sono circa 900 le opere in concorso per la IV edizione del Premio nazionale “Città di Grosseto Amori sui generis” indetto dall’associazione culturale Letteratura e dintorni. Di queste, 350 sono libri editi, molti di importanti autori e case editrici che hanno ritenuto appetibile il concorso grossetano. Questo è sicuramente il segno che l’associazione culturale, presieduta dalla giornalista e scrittrice Dianora Tinti, ha saputo fare un lavoro di qualità attraverso una giuria altamente professionale e un team di persone che si sono prese a cuore la promozione del concorso.

Il concorso è già un successo

«Il numero è andato oltre le più rosee aspettative – afferma Dianora Tinti – considerato il difficile periodo che stiamo tutti vivendo. Una stagione questa che ha visto tanti altri concorsi italiani, anche molto più longevi del nostro, subire una contrazione delle iscrizioni, mentre noi abbiamo avuto addirittura un notevole incremento rispetto all’anno scorso. Il tema scelto, quello dei sentimenti, si è rivelato assolutamente vincente e lo dimostra non soltanto il numero di adesioni, ma anche anche il proliferare di premi letterari con il tema dell’amore, nati ultimamente sulla scia del nostro. Ciò significa che la nostra associazione, e la Maremma tutta, ha saputo lavorare bene nel settore della cultura».
 
Alla giuria adesso spetta il duro lavoro di valutare le opere. Un’operazione che dovrà essere terminata prima della cerimonia di premiazione fissata il 26 novembre nel teatro degli Industri di Grosseto.
 

Una giuria di esperti

La giuria, presieduta da Dianora Tinti, è composta da: David Berti, Enrico Bistazzoni,  Franca Micci, Mirella Carraro, Lina Senserini, Deborah Coron,  David La Mantia, Agata Florio, Lella Sansone, Irene Blundo, Alessandra Milli, Roberto Guerrini,  Patrizia Guidi, Emily Hunter, Ranieri Mantovani, Silvia Meconcelli, Caterina Katia Gressi, Giuseppe Vultaggio, Giuseppe Gerbino, Fulvia Perillo,  Mery Potenza, Miriam Salladini, Letizia Stammati, Giuseppina Scotti e  Gesì Hornoff.
 
«Ringrazio tutti i volontari dell’associazione, in particolare la giuria, i soci che compongono uno staff affiatato – conclude Tinti – gli artisti che ogni anno rendono sempre più prezioso il montepremi, insieme agli sponsor, e ovviamente ai partecipanti che ci hanno dato fiducia. Grazie davvero, a tutti».
 
I finalisti saranno resi noti nel mese di ottobre sulla pagina Facebook “Premio Città di Grosseto Amori sui generis” e sul sito di Letteratura e dintorni.
 
L’associazione, fra le altre attività, a settembre riprenderà con gli “Aperitivi letterari“: i momenti quindicinali di incontro con autori e artisti, al museo Le Clarisse di Grosseto, grazie al sodalizio consolidato con Fondazione Grosseto Cultura e con il Polo culturale Le Clarisse.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected