Allarme sicurezza sull'Amiata: vertice in prefettura | MaremmaOggi Skip to content

Allarme sicurezza sull’Amiata: vertice in prefettura

Concordata una linea di intervento basata sull’intensificazione dei controlli, e una maggiore collaborazione anche con i cittadini
Prefettura di Grosseto
La prefettura di Grosseto

GROSSETO. Intensificazione dei controlli, massima collaborazione tra Forze dell’ordine e polizie locali. Potenziamento della videosorveglianza e collaborazione dei cittadini attraverso gli strumenti della sicurezza partecipata. 

Questi gli argomenti sui cui si è confrontato il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Il comitato si è riunito prefettura a Grosseto e coordinato dal prefetta Paola Berardino, anche a seguito dei furti nelle abitazioni che hanno interessato recentemente la zona amiatina.

Alla riunione hanno partecipato, Jacopo Marini (sindaco di Arcidosso), Michele Bartalini (sindaco di Castel del Piano), Tullio Tenci (sindaco di Castell’Azzara), Federico Balocchi (sindaco di Santa Fiora), Massimo Galli (sindaco di Roccalbegna) e Luciano Petrucci (sindaco di Semproniano). Con loro anche il questore Antonio Mannoni, il comandante il comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri, Sebastiano Arena, il comandante della guardia di finanza, Nicola Piccinni, il comandante della polizia stradale, Antonio Gaetani e il comandante della polizia provinciale, Stefano Pacini.

L’incontro in prefettura

Nel corso dell’incontro è stato effettuato un focus sulla sicurezza dell’intero territorio amiatino. Ne è emerso che nel corso del 2023, gli indici dei reati, rispetto all’anno precedente, sono più bassi.

La prefetta ha comunque sottolineato la necessità di mantenere alti i livelli di monitoraggio e vigilanza attraverso servizi mirati e ad alta visibilità, in chiave preventiva e di controllo, prestando particolare attenzione alle aree più critiche.

«Ascolto con attenzione gli appelli dei sindaci, delle associazioni di categoria e dei cittadini – ha dichiarato la prefetta – La sicurezza merita una costante e crescente attenzione per aumentarne ancor di più la percezione. Anche attraverso iniziative per migliorare la vivibilità di alcuni luoghi e, di conseguenza, venire incontro alle esigenze di residenti e turisti».

Importante anche il coinvolgimento dei cittadini

Nel corso del vertice è stata concordata una linea di intervento basata su una costante azione preventiva. Da attuarsi con l’intensificazione del controllo sul territorio, incrementando la collaborazione esistente tra polizie locali e forze dell’ordine, in un proficuo gioco di squadra, capace di elevare il livello di percezione di sicurezza della collettività.

Per quanto riguarda le iniziative di prevenzione è stata evidenziata anche l’importanza della collaborazione dei cittadini, non solo con l’adozione di accorgimenti che mirano a una sicurezza sempre più attiva e partecipata. Ma anche con la tempestiva segnalazione al numero unico di emergenza 112 sulla presenza di persone o situazioni sospette, in modo da permettere alle Forze di polizia di intervenire rapidamente e con efficacia.

Infine, valore strategico assume il potenziamento e l’ammodernamento degli impianti di videosorveglianza, fondamentali strumenti a supporto delle attività investigative. Oltre che di deterrenza alla commissione di reati. Altrettanto importante è risultata anche la valorizzazione di percorsi si sicurezza integrata con il coinvolgimento di cittadini e operatori economici attraverso i controlli di vicinato. Per condurre così un’azione a 360° per la sicurezza del territorio.

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati