Al liceo Rosmini per conoscere i segreti della finanza Skip to content

Al liceo Rosmini per conoscere i segreti della finanza

L’indirizzo economico sociale rappresenta una vera novità per i licei italiani. Porte aperte negli open day organizzati dalla scuola per presentarsi ai futuri iscritti
Gli studenti del Rosmini in consiglio comunale
Gli studenti del Rosmini in consiglio comunale

GROSSETO. Il liceo Rosmini si conferma un bel trampolino di lancio per gli studenti della Maremma. Sono molti gli indirizzi di studio tra i quali scegliere. Come l’economico sociale, per esempio, che rappresenta una nuova concezione di “scuola della contemporaneità”.

Il primo rapporto Ocse-Pisa sulle competenze finanziarie dei giovani evidenzia come i quindicenni italiani abbiano un’alfabetizzazione economica e finanziaria inferiore a quella dei coetanei dei paesi Ocse. Oltre uno studente su cinque non raggiunge il livello “base”, necessario per applicare le conoscenze e i concetti finanziari comuni e prendere decisioni economiche in ambiti rilevanti. Nel 1849, Thomas Carlyle definì l’economia “la scienza triste”, ma triste è, di questi tempi, non conoscerla a sufficienza.

In Italia, lo studio delle discipline giuridiche ed economiche era riservato in via esclusiva a indirizzi di tipo tecnico, con l’obiettivo di formare gli studenti verso gli immediati risvolti pratici. Uno studio del diritto e dell’economia separato dalla conoscenza della storia del pensiero, delle istituzioni politiche, della filosofia.

Il liceo economico sociale Rosmini differentemente dagli indirizzi tecnici, fa invece incontrare i saperi scientifici e quelli umanistici, coinvolgendoli in un percorso formativo robusto, per affrontare le sfide della contemporaneità e accompagnare gli studenti verso l’università.

Una esercitazione di gruppo
Un’esercitazione di gruppo

Una novità per i licei italiani

L’indirizzo è nuovo per il panorama liceale italiano e risponde all’esigenza di colmare il vuoto dei percorsi formativi tradizionali. Accanto a un impianto culturale solido, tipico dell’istruzione liceale, viene così inserito (in tutti e 5 gli anni) lo studio approfondito del diritto e dell’economia. Sono le due materie che rappresentano la vera novità di questo percorso.

Alle discipline giuridiche ed economiche vengono affiancate sociologia, psicologia e antropologia, che perdono l’approccio pedagogico del liceo delle scienze umane e si fanno strumenti di comprensione della realtà globale.

Lo scopo è formare cittadini in grado di decifrare, e affrontare, con strumenti adeguati le nuove questioni sollevate dai mutamenti economico-sociali mondiali ed europei. Anche per questo il liceo economico sociale è l’unico liceo non linguistico che dà l’opportunità di studiare due lingue, l’inglese e il francese. C’è anche la possibilità di conseguire il doppio diploma italiano/francese ESA-Bac.

Studiare e… mettere in pratica

Nel corso del triennio agli studenti viene offerto un assaggio di quelle che potrebbero essere le loro professioni future. Nelle attività previste dal percorso formativo, infatti, possono frequentare alcuni studi legali, il tribunale, la questura, l’ufficio studi di Confindustria, redazioni di quotidiani, organizzazioni sindacali e di categoria, prendendo confidenza con le loro attitudini e i loro interessi.

Studenti di scienze umane del Rosmini
Gli studenti studenti del liceo economico sociale al progetto “A scuola di Costituzione“

Potranno fare anche diverse esperienze di internazionalizzazione: dai soggiorni studio nei Paesi anglofoni e francofoni, alle esperienze di Erasmus, la formazione all’estero, gli scambi culturali per gli studenti del corso per il doppio diploma.

Per gli studenti che scelgono di andare all’università, si aprirà un ampio ventaglio di direzioni. Saranno ovviamente agevolati per le facoltà di giurisprudenza e di economia, come prosecuzione degli studi del liceo. Anche chi sceglie indirizzi specifici come le scienze dell’investigazione e la criminologia avrà un asso nella manica. Naturalmente, come ogni liceo, l’economico-sociale consente comunque la prosecuzione degli studi in ogni ambito universitario.

Scuola aperta e laboratorio didattico

Per orientare meglio gli studenti nel percorso formativo, la scuola si apre ai futuri iscritti. Ha messo in calendario due “open day” e uno di laboratorio didattico alla Cittadella dello studente. Ecco gli orari:

  • Sabato 14 Gennaio dalle 16.30 alle 18 (scuola aperta).
  • Venerdì 20 Gennaio dalle 15 alle 18 (laboratorio didattico).
  • Sabato 21 Gennaio dalle 15 alle 16.30 (scuola aperta).

Contatti

Sede della Cittadella dello Studente
Via Mario Lazzeri Grosseto
tel. 0564484495
www.rosminigr.it


ARTICOLO SPONSORIZZATO

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected