Addio Gigi, aperta la raccolta fondi | MaremmaOggi Skip to content

Addio Gigi, aperta la raccolta fondi

In una giornata sono già stati versati quasi 4mila euro: i soldi sono destinati alla piccola Sofia
Luigi Ambrosio dietro al bancone del Ricasoli
Una bella immagine di Luigi Ambrosio al bar Ricasoli

GROSSETO. Il dolore per la morte di Luigi Ambrosio, il quarantunenne scomparso giovedì 16 settembre nel reparto di Cure palliative dell’ospedale Misericordia di Grosseto è vivo più che mai. Ed è radicato nel cuore di tutte le persone che hanno conosciuto Gigi. Quelle che ieri, sabato 18 settembre, hanno riempito il sagrato della chiesa della Santa Famiglia e tutta via Unione Sovietica per partecipare ai funerali. Quelle che hanno seguito il carro funebre con il feretro fino al forno di Sterpeto dove la salma di Gigi sarà cremata domani, lunedì 20 settembre.

Ma l’eredità più grande che Gigi del Ricasoli ha lasciato a tutta la città che si è stretta attorno alla sua famiglia, alla mamma Elena e al babbo Pasquale, alla sorella Michela, a Flo e alla loro bambina, la piccola Sofia, è che l’amore sopravvive alla morte. L’amore dei tanti amici, l’amore di chi da Gigi aveva preso il caffè e l’amaro, di chi davanti al bancone aveva buttato giù un Camparino alla goccia o di chi si era soffermato a parlare di musica, di pallone o di fotografia e di arte, si è manifestato con tutta la sua forza e con tutta la sua dolcezza.

A poche ore dal funerale, sul sito internet Splitted, specializzato in collette digitali, è spuntata una raccolta di fondi per la bambina di Luigi Ambrosio. “Sofia in serie A” è il titolo che gli amici hanno voluto dare alla colletta virtuale che in una giornata ha totalizzato quasi 4mila euro e che ricorda il titolo del romanzo scritto da Gigi “Mai stato in serie A”.

Quasi 90 i donatori che si sono fatti avanti nella sola giornata del funerale e che hanno lasciato, qualcuno in forma anonima, qualcuno firmandolo, un pensiero rivolto alla bambina, un aneddoto legato al suo babbo, tanti cuori colorati a testimoniare ancora l’amore che la città prova per Gigi.

La raccolta quindi è aperta: per partecipare basta collegarsi al sito Splitted, cercare la colletta dedicata alla piccola Sofia e fare una donazione online. I tanti messaggi di affetto che sono stati lasciati da chi ha aderito fino a ora sono una carezza per il cuore. Sono la testimonianza di come Gigi è destinato a restare nella vita di chi lo ha conosciuto o anche solo incontrato una volta. Senza andarsene mai del tutto.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected