Addio a Brachini, decano degli avvocati e tennista sopraffino | MaremmaOggi Skip to content

Addio a Brachini, decano degli avvocati e tennista sopraffino

Fabrizio Brachini aveva 79 anni, ha avuto un malore dopo una caduta sulle scale. Aveva da poco festeggiato i 50 anni di matrimonio con la moglie Carla
L'avvocato Fabrizio Brachini con la moglie Carla Marchei durante i festeggiamenti per l'anniversario dei 50 anni di matrimonio
L’avvocato Fabrizio Brachini con la moglie Carla Marchei durante i festeggiamenti per l’anniversario dei 50 anni di matrimonio

GROSSETO. Grosseto e il mondo forense in lutto per la scomparsa di Fabrizio Brachini, aveva 79 anni. Se n’è andato giovedì 14 sera, a causa di un malore, conseguenza di una caduta.

Classe 1944, era nato a Montemassi, ed era figlio del noto commercialista Zino Brachini: aveva appena compiuto 79 anni il 21 ottobre.

Aveva festeggiato le nozze d’oro il 13 ottobre con la moglie Carla Marchei, ex professoressa di italiano e storia, con cui ha avuto 3 figli: Chiara che vive e lavora a Roma, Andrea, avvocato che vive a Grosseto, Eugenia, avvocato che vive a Firenze.

Era nonno di 2 nipotini di 9 anni, Giordano e Carlotta.

La madre di Fabrizio era una Palmieri, Maddalena, (infatti lui compare anche nel libro di Giancarlo Capecchi sulle famiglie grossetane, in libreria lo scorso anno).

Fabrizio Brachini, avvocato dal 1974

Dopo il liceo classico si era laureato in Giurisprudenza a Firenze ed era diventato avvocato nel 1974. Era anche un cassazionista ed è stato uno degli avvocati più rinomati di Grosseto per un ventennio.

Esercitava ancora nella professione e tutti i giorni andava al suo studio dove restava fino quasi alle 21. Amava tanto la sua professione, la sua famiglia, godersi la vita e praticare sport, dove eccelleva nel tennis.

Fino all’ultimo andava ogni giorno in bicicletta e a passeggiare per km, perché sosteneva che “addivanarsi” era l’inizio del declino.

Una persona molto buona, generosa, spiritosa, giovanile, allegra, inclusiva e davvero attaccato alla vita.

Fatale una caduta dalle scale

Due settimane fa era caduto dalle scale in casa ma pareva fosse tutto a posto, tuttavia da un paio di giorni non si sentiva bene e giovedì 14 improvvisamente ha avuto un malore.

Arrivato il 118 a casa, era in arresto cardiaco e purtroppo la corsa al pronto soccorso è stata vana. È spirato  tra le braccia della moglie Carla e del figlio Andrea. Lascia un vuoto incolmabile i tutta la famiglia e nei tantissimi amici.

I funerali a Sterpeto sabato 16

La sama di Fabrizio Brachini si trova adesso all’obitorio dell’ospedale Misericordia. I funerali sono in programma sabato 16 alle 14,30 a Sterpeto. Sarà tumulato alla cappella Mazzolai.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati