A Scarlino torna la giornata dedicata agli etruschi | MaremmaOggi Skip to content

A Scarlino torna la giornata dedicata agli etruschi

Venerdì 24 settembre il convegno dedicato alla vita delle donne e degli uomini etruschi
La chiesa di San Martino
La chiesa di San Martino

SCARLINO. Dopo il successo dello scorso anno, proseguono gli appuntamenti dedicati agli etruschi di Scarlino. L’occasione è data dalle Giornate degli Etruschi indette dalla Regione Toscana alle quali il Comune scarlinese, in collaborazione con Past Experience, società che gestisce i Musei di Scarlino, aderisce con il convegno “La vita quotidiana degli Etruschi a Scarlino. Risorse, ingredienti e paesaggio”, in programma venerdì 24 settembre dalle 10 nella chiesa di San Martino, nel centro urbano capoluogo.

Dopo i saluti istituzionali della sindaca di Scarlino, Francesca Travison, dell’assessore alla Cultura, Michele Bianchi, e di Roberta Pieraccioli, direttrice dei Musei di Maremma, sarà presentata ai cittadini la convenzione “Tular Rasnal” tra il Museo nazionale etrusco di Villa Giulia e il Comune di Scarlino, che permetterà agli scarlinesi di visitare a prezzi speciali la più importante esposizione dedicata alla popolazione etrusca. Sarà presente anche il direttore del museo di Villa Giulia, Valentino Nizzo.

Il programma prevede una serie di interventi coordinati la mattina da Giorgio Baratti, docente di Etruscologia all’università Cattolica del Sacro Cuore, e nel pomeriggio dal maggior esperto del territorio scarlinese, l’archeologo Lorenzo Marasco. Giuditta Pesenti, del Centro di documentazione della Rocca di Frassinello, e Lucrezia Capperucci, dell’università di Firenze parleranno del vino degli etruschi.

Si discuterà anche di Vetulonia con Simona Rafanelli, del Museo civico archeologico “Isidoro Falchi”, e Paola Spaziani, del Museo archeologico dell’arte della Maremma. Ci saranno anche Edoardo Vanni, dell’università di Siena, Vittorio Mascelli, ricercatore indipendente e Martina Fusi della società Past Experience. Non mancherà la musica con la performance di Francesco Landucci: dispositivi moderni accompagneranno gli antichi strumenti del popolo etrusco.

La pausa pranzo è in programma nel parco del Rivellino, all’Hill chiosco, con una degustazione di prodotti del territorio di aziende selezionate da Slow Food (su prenotazione al costo di 10 euro). Per partecipare alla giornata occorre avere il Green pass e prenotare (info@pastexperience.it; 0565-1766345 oppure 339-7544894).

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected