Esselunga arriva a Grosseto. Comprata un'area | MaremmaOggi Skip to content

Esselunga arriva a Grosseto. Comprata un’area

Il colosso della grande distribuzione ha acquistato un capannone chiuso da tempo. Il progetto prevede un supermercato da 1500 mq
L'area ex Baroncini in via Aurelia Nord
L’area ex Baroncini, acquistata da Esselunga

GROSSETO. Mentre tutti si agitano per il (possibile) ampliamento dei due centri commerciali, Maremà e Aurelia Antica, con scontri all’interno del consiglio comunale e non solo, ecco che, a due passi dal centro, sta per arrivare un marchio storico della grande distribuzione italiana.

Uno dei pochi che mancano ancora in Maremma.

Nell’area dell’ex Baroncini, in via Aurelia Nord, infatti, arriverà Esselunga. Sempre, sia chiaro, che il progetto sia conforme alle norme comunali.

Non un marchio qualsiasi, ma un colosso che ha circa 170 punti vendita nella parte centro nord dell’Italia (Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia-Romagna, Toscana, Liguria e Lazio) e ha una quota di mercato di quasi il 9% delle vendite in supermercati e ipermercati italiani. La creatura della famiglia Caprotti ha 24mila dipendenti e circa 8 miliardi di fatturato.

Al momento c’è stata solo una trattativa fra privati: Esselunga ha acquistato l’area ex Baroncini, dove c’era la concessionaria Iveco. E il colosso milanese è interessato (la trattativa è molto avanzata) anche al distributore di benzina e all’autolavaggio, che confinano con l’ex Baroncini.

In questo modo Esselunga avrebbe un’area abbastanza grande per sbarcare in Maremma.

Esselunga vuole realizzare una media distribuzione

Il progetto dovrebbe essere una media distribuzione, per stare sotto a quei 1500 metri quadri oltre i quali non bastano le autorizzazioni comunali, ma serve la copianificazione con la Regione.

Molto dipenderà, quindi, dal progetto che sarà presentato.

I problemi da superare, infatti, non mancano.

Il primo: il vincolo cimiteriale. Una legge del 1943, poi più volte modificata, prevede che non sia possibile costruire nei 200 metri attorno ai cimiteri. E lì accanto c’è il cimitero della Misericordia. Però deroghe sono possibili: lo dimostra il fatto che sul lato opposto, proprio attaccato al muro del cimitero, c’è il supermercato MD.

L’altro problema riguarda la viabilità, in un’area che spesso è congestionata, fra via Aurelia Nord e via della Pace.

A due passi, peraltro, c’è anche un altro supermercato, della Pam.

Quindi ecco che il progetto diventa decisivo. Progetto al quale Esselunga sta già lavorando.

In chiaro, l'area interessata dal progetto Esselunga
In chiaro, l’area interessata dal progetto Esselunga

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati